Basket Costa inizia avvertendo un po’ di pressione e Brescia ne approfitta, provando a scappare sul 9-11. Quattro punti in fila di Allievi nel break di 7-0, però, riportano avanti le panterine, che chiudono la prima frazione sul +5, 16-11. Brescia ci crede, ma l’equilibrio dura pochissimo: Toffali da tre, Allievi da sotto, convertendo un bel rimbalzo offensivo, e N’Guessan in contropiede producono subito un altro 7-0 e le panterine volano sul 23-11. Zanardi sblocca Brescia dalla lunga distanza, ma le risponde subito Matilde Villa, con Costa che rimane a +11, 30-19 al 14′. Ukaekbu e Toffali ampliano il gap e quattro punti in fila di Allievi fanno +20, 40-20. La triplona di Pollini fa saltare in aria tutta la panchina biancorossa e la Bianchi Group Costa Masnaga va sul +25, 48-23, all’intervallo. Al rientro dalla pausa lunga Tomasoni porta Brescia sul 52-31: time out immediato di coach De Milo, ma Zanardi colpisce da tre. Si accende una flebile per speranza per Brescia, ma è ancora Allievi, con una tripla, a spegnerla immediatamente. Matilde Villa replica con la stessa moneta dopo due rimbalzi offensivi e sigla il +24, 58-34. Eleonora Villa allunga ancora con il canestro del 65-39 e le iniziative di Zappa, Quarti, Fontana e Tentori danno linfa all’intensità che caratterizza Basket Costa su entrambi i lati del campo. Nel finale c’è spazio per un altro momento emozionante con l’ingresso in campo di Laura Valli, dopo poche settimane dall’infortunio che l’ha costretta a saltare il finale di stagione. Finisce 80-49 e al fischio finale si scatena la festa: le panterine sono campioni d’Italia per la seconda volta consecutiva, autrici di una stagione pazzesca! Una gloria personale in più per Laura Toffali e Vittoria Allievi, che sono state inserite nel miglior quintetto della manifestazione insieme a Matilde Pini (Pegli), Carlotta Zanardi (Brescia) e Anna Daria Rescifina (Reyer Venezia).

Le interviste

Queste le parole di un felicissimo coach De Milo al termine del match: “È stata una cavalcata incredibile, a parte i problemi fisici di Giulia Barzaghi e l’infortunio di Laura Valli. L’entrata in campo di quest’ultima è stata un giusto premio, anche simbolico, per quanto ha fatto e contribuito a tutti i successi ottenuti in questa stagione. Non è stata affatto una vittoria scontata quella dello scudetto, nonostante quello che si potrebbe pensare leggendo i risultati delle varie partite: è una dimostrazione di come le ragazze abbiano lavorato duramente nel corso di tutta la stagione. Sono cresciute tutte, non solo sotto il profilo tecnico, ma anche dal punto di vista mentale e umano. Sono contento per loro, perché se lo meritavano veramente: sono un grande gruppo di amiche prima che atlete. Una stagione lunga, gli impegni e i sacrifici: tutto è stato ripagato da questo scudetto. Non si devono ovviamente fermare qui, perché dopo una vittoria ci sono sempre altre sfide pronte per essere affrontate. Vincere non è scontato quando hai i favori dei pronostici e tutti gli occhi puntati addosso: bravi a non farci condizionare da quello e a mantenere sempre la giusta concentrazione e umiltà. Ringrazio tutti i miei compagni di viaggio: da Fulvio, che mi ha dato una grande mano con l’U16, la Serie C, la seconda squadra dell’U18 e negli allenamenti settimanali, al dirigente Arturo, persona competente e positiva, che ha svolto un grande lavoro soprattutto fuori dal campo, fino ad arrivare a Pier e Bicio, sempre presenti nel momento del bisogno, delle certezze su cui poter sempre contare. Un mix di persone giuste e felici di stare insieme, fuori e dentro dal campo”.

Estremamente soddisfatto anche il direttore generale Bicio Ranieri: “Abbiamo giocato per una settimana (una stagione in realtà) a livello stellare, abbiamo reso semplici gare e avversarie che non lo erano. Non sarà facile ripetere un’impresa simile anche se ci riproveremo ancora: questo gruppo è prova, da anni, di cosa significhi essere una squadra e di come si possa esaltare ogni individualità dando forza ad un gruppo, un valore inestimabile e raro. Raggiunta questa capacità, l’obiettivo è che non vada mai più persa!”.

Tabellino

Bianchi Group Costa Masnaga – Brixia Basket 80-49 (16-11, 48-23, 65-39, 80-49)

Bianchi Group Costa Masnaga: Pollini 7 (2/2, 1/5), Fontana 2 (1/2, 0/1), Allievi* 18 (7/16, 1/3), Ukaegbu* 6 (3/6 da 2), Villa 17 (5/6, 2/7), Villa* 13 (2/6, 2/4), Zappa, N’Guessan* 3 (1/5, 0/1), Tentori, Quarti, Valli, Toffali* 14 (2/6, 2/7). All. De Milo
Tiri da 2: 23/51 – Tiri da 3: 8/29 – Tiri Liberi: 10/22 – Rimbalzi: 61 27+34 (Ukaegbu 14) – Assist: 17 (Villa 3) – Palle Recuperate: 13 (N’Guessan 4) – Palle Perse: 20 (Villa 4)

Brixia Brescia: Tomasoni* 10 (2/4, 2/6), Zanardi* 24 (4/12, 3/10), Tomasoni* 9 (1/8, 1/3), Zorat ne, Pinardi* 5 (2/4, 0/4), Faroni, Cocumelli, Loda, Pinardi, Tempia* 1 (0/2, 0/3), Yusuf. All. Zanardi
Tiri da 2: 9/37 – Tiri da 3: 6/26 – Tiri Liberi: 13/21 – Rimbalzi: 42 14+28 (Pinardi 10) – Assist: 9 (Zanardi 3) – Palle Recuperate: 5 (Zanardi 3) – Palle Perse: 23 (Tomasoni 7) – Cinque Falli: Pinardi

Arbitri: E. Vicentini, L. Riccardi

Comunicato ufficiale Basket Costa