Lecco, 24 giugno. Momento di grande commozione ieri nella basilica di san Nicolò a Lecco. Durante la messa delle 10, infatti, monsignor Franco Cecchin, sino allo scorso anno prevosto della città, ha celebrato solennemente i cinquant’anni di sacerdozio, proprio nella comunità che lo ha visto parroco per undici anni.

“Dopo 15 anni di parroco nell’Unità pastorale di Basiglio – ha ricordato monsignor Cecchin dopo la celebrazione, affidando i suoi pensieri alla propria pagina facebook -, sono stato nominato dal cardinal Dionigi Tettamanzi prevosto di Lecco. I dieci discorsi, che ho proposto nella festa patronale di san Nicolò, alla chiesa e alla società di Lecco, sono emblematici di un cammino condiviso: “Lecco, svegliati!”, “Lecco, abbi fiducia!”, “Lecco, sii entusiasta!”, “ Lecco, riscopri la famiglia!”, “Lecco, non dimenticarti di Dio!”, “Lecco, sii te stessa!”, “Lecco, sii comunità che educa!”, “Lecco, sii profetica!” e “Lecco, valorizza l’età della vita!”. Al di là e attraverso i titoli dei messaggi rivolti, potrei riassumere alcuni elementi che ho vissuto e ho condiviso con il popolo lecchese: la tradizione cristiana da approfondire; la cultura del “ferro” da tradurre nella competenza e nel fare sistema; la bellezza di una natura da valorizzare in un qualificato turismo, una città manzoniana da far apprezzare maggiormente e il Laboratorio Missionario come centro propulsivo della comunione tra Chiese sorelle”.

Monsignor Cecchin ha delineato alcuni degli obiettivi che ha cercato di portare a compimento negli anni di servizio pastorale a Lecco: “Certamente i desideri, che ho avuto, si sono espressi nel far crescere, per quanto mi è stato possibile, la comunità cristiana nella comunione, nella corresponsabilità e nella collaborazione, nel valorizzare maggiormente lo scambio intergenerazionale e nell’essere sempre più presenti, da protagonisti nello stupendo territorio lecchese. In questo, un sogno, che è ancora da realizzare è quello del nuovo oratorio San Luigi, cuore di Lecco. Alcune premesse sono già state attuate: la sistemazione della scuola “Papa Giovanni” e i primi passi per la casa della Carità. L’essere ritornato a Lecco è stato ancora un’altra volta il dono di far emergere l’emozione e la gratitudine che porto sempre nel mio cuore”.

Attualmente monsignor Cecchin ricopre l’incarico di responsabile del Movimento terza età della diocesi, che ha permesso all’antico prevosto di Lecco di entrare in contatto con una realtà vivace e desiderosa di offrire ancora molto alle proprie comunità.

(nella foto, da facebook, monsignor Cecchin al termine della messa, con monsignor Davide Milani e un nutrito gruppo di fedeli)