Lecco, 24 giugno. Una sfilata per far conoscere ai lecchesi una parte di grande valore dell’artigianato del nostro territorio, quello legato al settore tessile e della moda. Questa l’iniziativa di Confartigianato Imprese Lecco che, giovedì 27 giugno proporrà in Piazza Garibaldi una sfilata di moda, a partire dalle ore 21.

Protagoniste le aziende associate che proporranno i loro abiti e le loro creazioni:  abbigliamento casual e dallo stile metropolitano, capi in pelle, abiti da cerimonia e sposa che faranno da contraltare a divise da lavoro. Ogni artigiano proporrà il “best of” delle proprie collezioni, tutte unite dal fil rouge dell’alta qualità che contraddistingue i materiali e il confezionamento dell’artigianato italiano.

In passerella gli abiti di Arti e Mestieri, Conf Ar, Dettagli di Capogiro e Ga. Wi, impreziositi dal trucco e dalle acconciature realizzate dagli studenti della scuola professionale Galas di Lecco. A dirigere l’evento, la fashion blogger associata a Confartigianato Imprese Lecco, Chiara Sironi. L’allestimento floreale sarà curato da Fiorista Nunzio di Lecco, mentre il fotografo ufficiale è Salvatore Ponessa Studio di Costa Masnaga.

“Simbolo del made in Italy nel mondo, la moda è il fiore all’occhiello della tradizione manifatturiera artigiana italiana – spiega Daniele Riva, presidente Confartigianato Imprese Lecco –  Creazioni sartoriali dal taglio perfetto, calzature in materiali di alta qualità e accessori su misura: in un capo d’abbigliamento italiano c’è la storia e la qualità del “saper fare” che il mondo ci invidia. La moda che esce dai laboratori artigiani rappresenta il bello e ben fatto italiano. Confartigianato Imprese punta alla promozione e alla difesa del Made in Italy attraverso numerose azioni che interessano più categorie di mestieri, primi tra tutti la moda e il food, che ci rappresentano da sempre nel mondo. Il nostro team sta investendo in questi settori, per noi lecchesi abbastanza “nuovi”, attraverso eventi e manifestazioni che valorizzino il lavoro dei nostri artigiani, vere eccellenze da far conoscere e apprezzare fuori dal nostro territorio. Un ringraziamento a tutti i partner dell’iniziativa, ai presidenti di categoria che hanno deciso di mettersi in gioco con un evento impegnativo e ai collaboratori di Confartigianato Imprese Lecco per il supporto organizzativo”.

“L’idea della sfilata di moda all’interno delle manifestazioni estive del Comune di Lecco – commentano Silvia Dozio, presidente categoria Moda e Giuseppe Lacorte, presidente categoria Servizi alla persona di Confartigianato Imprese Lecco – nasce dall’esigenza di portare all’attenzione del pubblico il lavoro e la professionalità di due settori che troppo spesso subiscono la concorrenza da parte di aziende che utilizzano il brand “artigianale” quando di fatto si tratta di prodotti importati o realizzati in serie e di lavoratori che operano senza il rispetto delle normative a cui sono invece sottoposti i colleghi. Il cittadino deve essere informato e consapevole del prodotto e del servizio che sta acquistando, dietro il quale c’è il lavoro, la fatica e la passione di uomini e donne che contribuiscono a creare una rete economica solida per il territorio e il Paese. Confartigianato Imprese sta portando avanti con serietà la battaglia a tutela del “Made In” e queste iniziative sono importanti per raggiungere il consumatore finale, oltre che per contribuire alla vivacità della vita cittadina di cui la nostra Associazione è parte integrante”.

“Abbiamo voluto coniugare la bellezza nei suoi due aspetti più di impatto, la moda e l’hair-stylist, rendendo protagonisti i nostri artigiani e gli studenti della scuola professionale Galas, futuri artigiani del benessere – aggiunge Matilde Petracca, responsabile delle due categorie Moda e Servizi alla persona di Confartigianato Imprese Lecco – Poter mostrare al numeroso pubblico del “Giugno Lecchese” il “valore artigiano”, le abilità e le proposte dei nostri associati è per noi motivo di orgoglio. Si tratta del primo evento di così grande portata, una scommessa che vogliamo vincere per dimostrare che l’artigianato lecchese non è solo manifatturiero, ma sempre più anche di servizi rivolti al pubblico, attraverso un nuovo concetto di bottega, dove qualità, ricerca del bello, rispetto della tradizione e innovazione vanno di pari passo. Sui settori moda e benessere la nostra Associazione è a disposizione di tutti gli imprenditori desiderosi di far crescere la propria attività al nostro fianco”.

“Positivo vedere come professionalità diverse appartenenti all’artigianato locale – chiosa il vicesindaco del Comune di Lecco Francesca Bonacina – interagiscano, non solo per dare visibilità ai rispettivi prodotti e servizi, ma anche per proporre alla città e ai suoi tanti frequentatori un evento di questo tipo”.

In caso di maltempo l’evento sarà annullato.

Nella sezione “Speciali” del nostro sito Leccofm.it l’intervista a Matilde Petracca, responsabile categoria Moda e Benessere di Confartigianato Imprese Lecco.