Lecco, 14 giugno. L’Associazione Centro Orientamento Educativo – Coe aderisce alla seconda edizione della «Tavolata italiana senza muri» promossa lo scorso anno a Roma da Focsiv – Volontari nel mondo, organizzandola sabato 15 giugno, dalle 12 alle 15, in via Martiri Patrioti Barziesi a Barzio.

L’idea è nata all’indomani dei primi porti chiusi, della narrativa dell’invasione da parte dei migranti, dei proclami che hanno portato all’arresto del Sindaco di Riace, agli sgombri degli Sprar e del Centro Baobab a Roma. A fronte di questi fatti il 20 ottobre 2018, in via della Conciliazione a Roma, Focsiv promosse questo evento che vide la partecipazione di circa un migliaio di persone e l’adesione di 109 associazioni del terzo settore e delle Ong.

Oggi, dopo un anno, i soci Focsiv chiedono a tutti i cittadini che vivono nel nostro Paese di dimostrare che esiste un’altra Italia che è accogliente e capace di inclusione e di pacifica convivenza. Il Coe ha aderito all’appello lanciato da Focsiv per sensibilizzare il territorio ai valori dell’accoglienza, dell’integrazione e della solidarietà e per ribadire che nessuno è escluso, invitando istituzioni pubbliche e private, operatori del terzo settore, famiglie, parrocchie, cittadini e turisti a partecipare a questo importante momento di condivisione.

Così come nei luoghi-simbolo di 25 città e località italiane – da Gorizia a Catania, passando per Roma -, anche a Barzio i cittadini si siederanno alla «Tavolata italiana senza muri». In caso di maltempo l’evento si svolgerà presso l’area tensostruttura di via Provinciale, sempre a Barzio. Il pranzo sarà frugale e con prodotti del territorio.