Lecco, 13 giugno. Un artista ha deciso di ‘scolpire’ la sabbia in centro Lecco – precisamente – ‘el cantùn di ball’, l’angolo tra Piazza Garibaldi e la centralissima Via Roma.

Poco più ‘solide’ delle sculture d’aria del “matto” cantato da Fabrizio de Andrè all’interno dell’album Non al denaro non all’amore nè al cielo, l’artista ha catturato l’attenzione curiosa dei passanti: grandi e piccini.

Anche se mai come in questo caso vale il detto “guardare ma non toccare”.

FOTO. CANI DI SABBIA TRA VIA ROMA E PIAZZA GARIBALDI