Lecco, 11 giugno. C’è un accordo tra i sindacati e la Husqvarna. Nella mattinata di martedì, negli uffici di Confindustria, i rappresentanti dei lavoratori hanno incontrato i rappresentanti dell’azienda per parlare del futuro degli 81 dipendenti che rischiano il licenziamento dallo stabilimento di Valmadrera.
IL SEGRETARIO GENERALE DELLA FIOM A VALMADRERA AL PRESIDIO HUSQVARNA
Così i sindacalisti di Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm hanno trovato un accordo con la multinazionale svedese. “È previsto l’impegno dell’azienda per richiedere la cassa integrazione straordinaria – afferma Fabio Anghileri, segretario della Fiom lecchese –. Abbiamo definito anche un percorso che potrebbe portare a eventuali incentivi all’esodo, politiche attive messe in campo da Regione e Provincia per ricollocare i lavoratori”.

Proseguirà il presidio permanente fuori dai cancelli della Husqvarna, anche perché c’è attesa per l’incontro di giovedì, a Milano, con la Regione Lombardia. Poi si punterà anche a un appuntamento al ministero del Lavoro.