Lecco, 11 giugno. Ritorneranno nel pomeriggio sul luogo, il sindaco e i tecnici della Provincia, per verificare qual è la situazione e per intervenire. Per ora, la certezza è che la strada che porta a Morterone resta interrotta al chilometro 5. Sulla strada provinciale 63, infatti, subito dopo la deviazione per la Val Boazzo, si sono abbattuti alcuni grossi massi. L’accesso è consentito solamente per gli autorizzati attraverso la strada Vasp (Viabilità agro silvo pastorale) dalla Culmine di San Pietro.

Il sindaco di Morterone ritornerà perciò per comprendere quali saranno gli sviluppi. Il piccolo paese montano, che conta poco più di trenta abitanti, nei fine settimana e durante i periodi vacanza, è assai frequentato. Per sabato 15 giugno, ad esempio, è previsto il secondo raduno degli alpini, organizzato dai gruppi Ana di Ballabio e di Taleggio.