Morterone, 11 giugno. Nella notte alcuni massi si sono abbattuti al km 5 della strada provinciale 63 che da Ballabio conduce a Morterone.
Il maltempo sarebbe la causa dello smottamento che ha letteralmente divelto parte della carreggiata e del parapetto costringendo il sindaco del paese, Antonella Invernizzi, che ha verificato la situazione e certificato la necessità della chiusura della strada.

Viabilità bloccata

Morterone è il secondo più piccolo comune italiano per popolazione – 33 abitanti e nel paese risiedono soprattutto persone anziane e la SP 63 è l’unica strada che consente l’accesso al paese, che altrimenti è collegata al territorio soltanto mediante i numerosi sentieri escursionistici che fanno della località ai piedi del Resegone un crocevia di percorsi di trekking.
sp 63 morterone
Soluzioni

A seguito delle verifiche portate avanti in mattinata dal sindaco e dal personale della Provincia si è arrivati ad individuare le prime e necessarie mosse da compiere. “In primo luogo verranno condotti controlli sulla parete franata da parte di rocciatori alpinisti” – si legge nel comunicato emesso dalla Direzione organizzativa viabilità e infrastrutture della Provincia di Lecco. L’obiettivo è quello di mettere in sicurezza la parete per poi agire sulla carreggiata e infine sul fondo stradale gravemente compromesso dalle rocce.

La strada resterà chiusa al traffico, isolando ancor di più Morterone, fino a che le operazioni elencate non saranno portare a termine.