Lecco, 6 giugno. Non inizieranno l’anno scolastico nei prefabbricati gli studenti del “Manzoni”, anche se l’avvio dei lavori in via Ghislanzoni non è lontano. L’amministrazione comunale ha deciso infatti l’acquisizione dei prefabbricati, stanziando un milione di euro.
“Questi prefabbricati – spiega in proposito Corrado Valsecchi, assessore ai Lavori pubblici – potranno essere utilizzati in futuro in altre e diverse circostanze. I soldi per i lavori nello stabile di via Ghislanzoni, che è tutelato, ci sono. Ora si può mettere a gara l’appalto e, quando sarà aggiudicato, occorrerà che tutti gli attori si mettano attorno a un tavolo”. Ovvero, il comune, l’amministrazione provinciale, gli istituti scolastici interessati, avranno la necessità di confrontarsi per capire come conciliare l’attività scolastica con i lavori di ristrutturazione dello storico edificio a ridosso del centro cittadino.
Una cosa è certa. Gli studenti del “Manzoni” siederanno nei banchi di via Ghislanzoni all’avvio dell’anno scolastico 2019/2020. “Non si potranno installare i moduli prefabbricati nell’area esterna del “Bertacchi” – aggiunge Valsecchi – prima dell’inizio del 2020. Mentre a settembre potrebbero essere avviati i lavori nell’edificio di via Ghislanzoni. Risulta necessario un tavolo di confronto per consentire appunto l’avvio delle opere. Dal punto di vista economico, è tutto sulle spalle del comune di Lecco. Anche l’amministrazione comunale ha risorse limitate, ma siamo pronti a dare una sede adeguata ai nostri studenti”.