Quella di Gratacasolo di Pisogne era, per l’AcciaiTubi Picco Lecco, una gara senza domani; come tale l’hanno affrontata le ragazze  di coach Gianfranco Milano, in grado di annientare Iseo Serramenti Volley Pisogne, incoraggiata da un palazzetto esplosivo, e di gestirne la foga fino al tie-break, attraverso cui la serie di quarti di finale play-off viene riportata al “Bione” per lo spareggio di gara-3.

Tutte meritevoli le ragazze Lancini (15 punti), Sironi (18 punti), Santini (14 punti), Civitico (12 punti), capitan Ferrario (12 punti) e un’immensa ma acciaccata, Debora Stomeo.Tutte, con le compagne, capaci di ribellarsi a un destino che sembrava già scritto. Nulla è stato vinto, un’altra partita durissima è alle porte (sabato 18 maggio alle ore 21), ma la Picco uscirà comunque dal parquet  con la testa altissima.

La gara: deficitaria al servizio (16 errori per la Picco e 17 per Pisogne), equilibrata in ricezione (30%-29%) e in attacco (34%-32%). Quasi mai si è andati oltre i quattro punti di vantaggio per entrambe le formazioni; quasi mai, fino all’inizio del quinto parziale, quando le biancorosse hanno saputo gestire meglio il pallone e inserire l’allungo decisivo (12-6), strappo irricucibile per Pisogne, arresasi di fronte alla grinta delle lecchesi.

Ora l’ultimo atto dei quarti, con Cromavis Offanengo spettatrice decisamente interessata.

Iseo Serramenti Volley Pisogne 2-3 AcciaiTubi Pallavolo A. Picco Lecco (21-25; 23-25; 25-21; 25-23; 9-15)

Volley Pisogne: Dell’Acqua 8, Marcone 14, Brumat 5, Mazzoleni 14, Stroppa 15, Berlassini, Pacchiotti, Bortolot 2, Cortellazzo 12, Rolano (L), Costamagna, Rocca. All: Vincenzo Rondinelli.

Picco Lecco: Lancini 15, Martinelli, Mandaglio, Mainetti, Ferrario 12, Sironi 18, Dell’Oro, Santini 14, Stomeo 5, Civitico 12, Garzonio (L), Roncon, Badini. All: Gianfranco Milano.

Durata set: 25′, 30′, 29′, 31′, 18′.