Lecco, 10 maggio. Da venerdì 10 inizia ‘l’ascesa’ della IX edizione di Monti Sorgenti, edizione 2019. La ‘scalata’ della rassegna promossa dal CAI di Lecco Riccardo Cassin inizia con l’inaugurazione della mostra “Spedizioni – Cartoline tra uomini e montagne” alle ore 18 presso Palazzo delle Paure. La mostra, che resterà aperta fino al 2 giugno, presenta al pubblico l’incredibile collezione di cartoline di spedizioni alpinistiche raccolte da Annibale Rota: testimonianze uniche di cinquant’anni di alpinismo lecchese.

La collezione inizia con una busta da lettera di Padre Alberto Maria De Agostini inviata dal Monte Sarmiento (Terra del Fuoco, 1956) e continua fino all’anno 2000. Nel mezzo, cartoline di spedizioni organizzate a Lecco o caratterizzate dalla partecipazione di almeno un alpinista del territorio: per citarne alcune, Gasherbrum IV (1958) Cerro Torre (1973-74), Cerro Murallon (1980), McKinley (1982). Il risultato è un percorso espositivo senza precedenti, che ricostruisce l’evolversi della fotografia e della società, delle vicende personali e delle imprese indimenticabili di alpinisti come Giovanni Ratti, Riccardo Cassin, Ginetto Esposito, Giancarlo Riva, Carlo Mauri, Oreste Forno, Kurt Diemberger e molti altri.

“Una delle caratteristiche distintive di Monti Sorgenti è quella di curiosare nei cassetti degli appassionati di montagna per trovare preziosi spunti – ha detto Emilio Aldeghi, Vicepresidente regionale CAI Lombardia e coordinatore della manifestazione il giorno della conferenza stampa di presentazione della rassegna –. Quest’anno è capitato con la raccolta di cartoline di spedizioni alpinistiche lecchesi raccolte dal past-president del Cai Lecco Annibale Rota: ne è uscita una mostra particolare e molto interessante, che racconta un pezzo di storia italiana attraverso immagini, stile grafico, firme e francobolli”.

PROGRAMMA

VENERDÌ 10 MAGGIO – Ore 18.00 – Palazzo delle Paure – piazza XX Settembre 22 – Lecco

CARTOLINE TRA UOMINI E MONTAGNE
Collezione cartoline: Annibale Rota – Allestimento: Alessandro Dubini, Giovanna Colombo – Testi: Annibale Rota, Luigi Erba, Adriana Baruffini – Impaginazione e grafica: Marta Cassin

Cinquant’anni o quasi di storia dell’alpinismo lecchese (1956-2000) attraverso le cartoline ricordo che gli alpinisti spedivano a parenti e amici per testimoniare la loro presenza sulle montagne del mondo. Annibale Rota, utilizzando come criterio la partecipazione di almeno un lecchese, le ha ricercate e raccolte in una preziosa collezione che le mostra in ordine cronologico. Sul fronte delle cartoline sfilano le immagini delle montagne, una sorta di storia nella storia, che documenta l’evolversi nei decenni della fotografia, della grafica, del gusto; sul retro la parte più preziosa e toccante, la firma in originale dei componenti di ciascuna spedizione. Ogni firma evoca vicende personali, amicizie, ricordi, racconti, aneddoti…contenuti di tipo emozionale dove la storia dell’alpinismo sfuma nella leggenda.

Mostra aperta dal 10 maggio al 2 giugno
Orari di apertura della mostra: lunedì chiuso / da martedì a venerdì 9:30 – 19:00 / sabato e domenica 10:00 – 19:00

LUNEDÌ 13 MAGGIO – Ore 21.00 – Teatro invito – via Ugo Foscolo, 42 – Lecco

MOUNTAIN
regia: Jennifer Peedom – sceneggiatura: Robert Macfarlane, Jennifer Peedom – cast: Willem Dafoe

Mountain è una visione adrenalinica, un film che è come un ottovolante, fatto di vertiginosi strapiombi, dislivelli mozzafiato, sospensioni sul vuoto, orli di precipizio; riprese impossibili e estremamente spettacolari, da elicotteri o da telecamerine portate dagli stessi scalatori. Un puro spettacolo che evita le parti didascaliche, visto che non sappiamo quali siano le montagne scalate né chi siano gli scalatori. Sembra essere azzerata la legge di gravità, sembra un film di supereroi senza effetti speciali. Con uomini-ragno capaci di arrampicarsi su pareti montuose verticali assolutamente piane, con dei superman che volano in cielo planando, con la tuta alare, passando abilmente attraverso grandi montagne forate, con delle persone che passeggiano nel cielo, un funambolo che cammina su un cavo collegato a due altissimi pendii. E poi arriviamo anche a mountain bike e motociclette d’alta quota con paracadute.

Jennifer Peedom con Mountain costruisce un film che funziona come una sinfonia di immagini e musica, una sequenza di scene di imprese mozzafiato, selezionate da un girato di 2000 ore di riprese in 15 paesi diversi, con la lettura di un testo dello scrittore inglese Robert Macfarlane a opera dell’attore Willem Dafoe.
Introdurrà la serata Nicoletta Favaron, vice-presidente del Trento Film Festival e membro del Centro di Cinematografia e Cineteca del Club Alpino Italiano.

GIOVEDÌ 16 MAGGIO – Ore 18.00 – Palazzo delle Paure – via XX Settembre – Lecco

INAUGURAZIONE: POLO DELLA MONTAGNA
Prende il via, proprio accanto agli spazi del già attivo Osservatorio dell’Alpinismo, al terzo piano di Palazzo Paure, un nuovo percorso espositivo dedicato alla montagna, alla storia e alla lunga tradizione dell’Alpinismo Lecchese.
Il nuovo percorso completa lo spazio interattivo dell’Osservatorio con manufatti e documenti di proprietà del CAI Lecco che vengono messi a disposizione della collettività grazie all’intervento di completamento del Museo a cura del Comune di Lecco.

GIOVEDÌ 16 MAGGIO – Ore 18.00 – Palazzo delle Paure – via XX Settembre – Lecco

PRESENTAZIONE DEL LIBRO: GASHERBRUM IV – LA MONTAGNA LUCENTE di Alessandro Giorgetta

«Una luce irreale che sembra uscire proprio da quel trapezio incollato al cielo sopra il ghiacciaio del Baltoro» scrisse il grande alpinista Kurt Diemberger: nel 60° anniversario della conquista del Gasherbrum IV, il Club Alpino Italiano dedica alla montagna lucente uno straordinario libro fotografico che raccoglie le immagini inedite scattate da Fosco Maraini, storiografo e documentarista d’eccezione delle gesta di Riccardo Cassin, Walter Bonatti, Carlo Mauri, Toni Gobbi e della squadra italiana che nel 1958 fu protagonista della prima ascensione ai 7980 metri di una delle più affascinanti vette del Karakorum.

SABATO 18 MAGGIO – Ore 14.30 – Campo de Boi – Lecco

YOGA E CAPOEIRA IN MONTAGNA
con Alice Pavanello, Federica Caronna e il Grupo Geraçao Capoeira

Ritrovo al piazzale della funivia (loc. Versasio) per una breve passeggiata verso Campo de Boi. A seguire, due pratiche Yoga e avvicinamento alla Capoeira a Campo de Boi per tutti. Gli istruttori di Yoga si alterneranno per far sperimentare una pratica mista Anukalana e Vinyasa, ci sarà poi la possibilità di scoprire, insieme al Grupo Geraçao Capoeira, l’arte marziale brasiliana. Al termine della pratica chi lo desidera può proseguire lungo il sentiero che porta al Rifugio Stoppani per l’appuntamento successivo.

SABATO 18 MAGGIO
Ore 17.30 – rifugio Capanna Stoppani – Resegone – Lecco

APERITIVO MUSICALE CON SURFIN CLAIRE AND THE WHISKY ROCKERS
I Surfin’Claire and The Whisky Rockers sono una band rockabilly nata con l’intento di far musica per divertirsi e far divertire, ballare e far ballare: la strada migliore non poteva essere che quella del rock’n’roll. I loro concerti hanno un’atmosfera unica, dal sapore vintage, che farà impazzire tutti fra riff e soli di chitarra e ukulele, ritmi serrati, cori e tanta simpatia! Hanno un vasto e variegato repertorio Rockabilly e Rock’n’Roll, che alterna pezzi famosissimi con alcuni brani più ricercati ma altrettanto coinvolgenti, ripercorrendo la storia scritta da artisti come Elvis Presley, Chuck Berry, Carl Perkins, Wanda Jackson, Janis Martin, Eddie Cochran, Johnny Cash e tantissimi altri, senza escludere qualche sorpresa e divagazione sul tema. Una vera festa in puro stile anni ‘50!

Prezzo apericena: 5,00€ – L’evento si terrà anche in caso di pioggia.

LUNEDÌ 20 MAGGIO -Ore 21.00 -“Casa dell’Economia” – Camera di Commercio di Como-Lecco viaTonale,30 – Lecco

Nata a Bolzano nel 1986, figlia di un noto scialpinista italiano, ha vissuto tutta la sua vita sulle montagne. Stiamo parlando di Tamara Luneger Forse per questo è stato inevitabile che la montagna avesse una così forte influenza nella sua vita, e diventasse la sua passione. Nel 2014 raggiunge la vetta del K2 come seconda donna italiana nella storia dell’alpinismo. “ Ogni momento che trascorro in montagna mi rende più consapevole di chi sono e più grata alla vita “ Fin da quando era piccola, Tamara ha praticato tanti diversi sport, anche l’atletica leggera (due volte vice- campionessa italiana nel lancio del disco), ma la sua vera passione, la montagna, è rimasta negli anni invariata. Nel 2002 inizia a praticare lo scialpinismo e a cimentarsi nelle sue prime gare. Come membro della squadra nazionale è riuscita a vincere titoli importanti: tra questi quello di campionessa italiana nel 2006 e 2008, di vice-campionessa nel 2007, ha vinto la Pierra Menta nel 2007 e nel 2008 e anche il titolo di campione del mondo sulla lunga distanza sempre nel 2008.

GIOVEDÌ 23 MAGGIO – Ore 21.00 – Teatro Cenacolo Francescano – piazza Cappuccini, 3 – Lecco

SERATA IN MAGLIONE ROSSO in collaborazione con il gruppo alpinistico Ragni della Grignetta

Come ogni anno il gruppo Ragni è lieto ed onorato di presentare alla città di Lecco l’attività alpinistica svolta durante gli ultimi dodici mesi, attraverso filmati inediti e attraverso l’incontro diretto con i protagonisti dell’alpinismo Lecchese di ieri e di oggi. Quest’anno celebreremo una salita che ha fatto la storia del nostro gruppo, ovvero quella del Jirishanca, avvenuta esattamente cinquant’anni fa, e grazie alla collaborazione della fondazione Cassin verrà proiettato il filmato della spedizione. Mostreremo in anteprima i filmati sulle recenti spedizioni del gruppo Ragni in Patagonia, terra alla quale siamo particolarmente legati.

Con grande orgoglio vi presenteremo inoltre i nuovi membri entrati a far parte del gruppo nel 2018 e non mancherà, come sempre, lo spazio dedicato ai giovani ed alle nuove generazioni, che rappresentano il futuro del nostro gruppo e sono sempre carichi di entusiasmo ed energia.

Per i ragni è un onore ed un piacere contribuire con questa serata ad arricchire la rassegna di Monti Sorgenti e lavorare a fianco del Cai Lecco per promuovere la cultura di montagna sul nostro territorio. Ci auguriamo, come gli anni passati, di riuscire a coinvolgere il pubblico con le nostre salite e con la simpatia e l’energia dei nostri ragazzi.

VENERDÌ 24 MAGGIO – Ore 17.30 – Palazzo Falck – Piazza Garibaldi – Lecco

INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA
LA MONTAGNA IN TUTTI I SUOI ASPETTI ED ESPRESSIONI

Esposizione fotografica dal Concorso Fotografico Giulio Ottolini – Edizione 2018

Selezione delle migliori foto provenienti dal concorso fotografico Giulio Ottolini edizione 2018 a cura del CAI Bergamo, del Circolo fotografia di montagna e della TAM (Tutela ambiente montano).
I temi del concorso: Ambienti montani, flora, fauna, l’acqua in tutte le sue forme e cio’ che riflette, in bianco e nero.

Mostra aperta dal 24 maggio al 5 giugno

Orari: da lunedì a giovedì: 8.30-12.30 e 14.00-18.00; venerdì: 8.30-12.30 e 14.00-16.30;
sabato e domenica: chiuso.

SABATO 25 MAGGIO Ore 21.00 – Sala don Ticozzi – via Ongania – Lecco

SPETTACOLO TEATRALE
AGOSTO 1957 – EIGER: L’ULTIMA SALITA
di Mattia Conti – musiche Sara Velardo – con Alberto Bonacina e Sara Velardo – regia della Compagnia – produzione LO STATO DELL’ARTE – CAI Sezione di Lecco “Riccardo Cassin”

Agosto 1957, Claudio Corti e Stefano Longhi, due lecchesi, decidono di rincorrere il loro sogno: essere i primi italiani a conquistare la mitica, e famigerata, Parete Nord dell’Eiger. La scalata si rivela drammatica, alla cordata dei due italiani si affianca quella formata da due scalatori tedeschi. La progressione è lenta e condizionata da continue scariche di sassi e ghiaccio.
L’Orco non smentisce la sua fama.
Il tentativo si concluderà in tragedia. Dei quattro alpinisti solo Claudio Corti sarà salvato. Dei tedeschi si perderanno le tracce. Il corpo senza vita di Stefano Longhi resterà appeso alla Parete Nord per due anni diventando contemporaneamente attrazione e monito per turisti e scalatori.
E’ questa la storia che vogliamo raccontare: uomini che rincorrevano un sogno e si sono ritrovati dentro un incubo.

“Monti Sorgenti è giunta al nono anno consecutivo – ha detto Alberto Pirovano, Presidente del Cai Lecco – ed è cresciuta nel tempo rimanendo fedele all’ispirazione originaria: far conoscere la montagna, l’alpinismo e l’ambiente della nostra città non solo dal punto di vista sportivo ma anche con gli occhi della cultura, dell’arte, della contaminazione. Ogni anno ha introdotto qualcosa di nuovo diventando sempre più popolare e coinvolgente. Ringrazio tutti i presenti, istituzioni e sponsor che sostengono la manifestazione, in particolare il Comune di Lecco con cui abbiamo collaborazione molto concreta sia per Monti Sorgenti sia per la sentieristica e oggi per questa nuova iniziativa del Polo della Montagna. Come presidente CAI ringrazio anche Fondazione Cassin e Gruppo Ragni che collaborano con noi per la riuscita di Monti Sorgenti”.