Lecco, 8 maggio. Da venerdì 17 a domenica 19 maggio torna a Lecco l’atteso appuntamento con il Mercato Europeo, l’ormai tradizionale rassegna di prodotti gastronomici italiani e internazionali giunta alla sua nona edizione e organizzata da Promozioni Confesercenti, col patrocinio del Comune di Lecco.

Piazza Cermenati e il lungolago si animeranno dunque venerdì e sabato dalle 9 alle 24 e domenica dalle 9 alle 20, con gli immancabili stand provenienti dall’Italia e dall’estero, che proporranno prodotti tipici e menù per tutti i gusti, dalla carne ai dolci, dalle birre ai vini. Accanto a questi, saranno presenti le bancarelle dedicate all’artigianato e all’oggettistica dei paesi espositori.

Quest’anno le nazioni europee presenti saranno quindici e tredici le regioni italiane; per la Lombardia oltre ai piatti nostrani lecchesi e valtellinesi con i tradizionali sciat e pizzoccheri ci saranno le specialità di Bergamo, Brescia e Cremona, con i loro formaggi e salumi. Novità invece il torrone sardo e la cucina del Salento con le orecchiette e il pasticciotto pugliese.

“Anche quest’anno l’evento, tra tradizione e innovazione, si caratterizza per una grande e variegata partecipazione lato espositori – sottolinea l’assessore al turismo del Comune di Lecco Francesca Bonacina, che sarà presente al taglio del nastro del Mercato Europeo previsto per venerdì 17 maggio alle 12 in piazza Cermenati -, per un’offerta davvero in grado di soddisfare i gusti più diversi e di colorare con i suoi sapori, i suoi profumi e i suoi numerosi frequentatori il nostro bel lungolago”.

“Il Mercato Europeo è oramai una bella e consolidata tradizione – sottolinea il presidente di promozioni Confesercenti Giulio Zambelli -. È una grande soddisfazione portare a Lecco una manifestazione che attira più di 30.000 persone in città durante i 3 giorni. Il Mercato Europeo ha caratteristiche uniche: propone prodotti di qualità accompagnati da tanta allegria, stile gradevole e grande rispetto per la bellezza di Lecco. La gente lo ha capito e ci premia ogni anno. Lo dicono i numeri, che confermano ogni volta l’importanza dell’indotto, con alberghi pieni e numerose presenze di turisti, che vengono apposta anche dall’estero per gustarsi i piatti e l’atmosfera della rassegna”.

Appuntamento quindi al prossimo week-end per questa bella manifestazione, ormai di grande richiamo per cittadini, turisti e un’importante vetrina per la nostra città.