Lecco, 2 maggio. Anche Lecco ha festeggiato il Primo Maggio. Nel pomeriggio di mercoledì infatti Cgil, Cisl, Uil hanno organizzato la manifestazione per la festa dei lavoratori.
Alle 14.30, insieme all’Anmil (Associazione nazionale fra lavoratori invalidi e mutilati del lavoro) e all’amministrazione comunale di Lecco, le rappresentanze sindacali hanno deposto una corona di fiori al monumento dei Caduti sul lavoro di largo Caleotto.


A seguire, l’ormai tradizionale concerto, ospitato in piazza Cermenati. Dopo l’apertura con l’esibizione di alcuni artisti migranti, hanno parlato i delegati. “Il lavoro deve essere svolto in salute e sicurezza – ha affermato Renato Valsecchi, delegato dell’azienda Husqvarna di Valmadrera -. Si è persa la cultura della sicurezza e mancano i controlli. Tutto questo non è da Paese civile”. È rimasta sull’argomento Rita Pavan, segretaria generale Cisl Monza Brianza Lecco che è intervenuta in rappresentanza delle segreterie territoriali di Cgil, Cisl, Uil. “Non si può pensare di uscire di casa e non tornare dal lavoro – ha infatti affermato -. Inoltre c’è troppo precariato. Servono investimenti per formazione e tecnologia”. Non è mancata l’Europa, tema fondamentale in questo periodo. La festa è proseguita con l’esibizione di Ellen e quella di Pier Frau. Buona la partecipazione dei cittadini a questo appuntamento che riveste sempre un alto valore.