Lecco, 26 aprile. A seguito della chiusura della superstrada 36 nel territorio del comune di Lierna, nella tarda mattinata di oggi, in Prefettura, è stata convocata e presieduta dal prefetto di Lecco, Michele Formiglio, una riunione per la gestione e il coordinamento della viabilità. All’incontro hanno partecipato il presidente della Provincia, i sindaci dei comuni di Abbadia Lariana, di Lecco e di Mandello del Lario, i vertici provinciali delle forze di polizia, i rappresentanti dell’amministrazione provinciale e regionale, della polizia ferroviaria, della polizia stradale e di Anas.

Nel corso della riunione, è stato fatto il punto sulla attivazione della pianificazione d’emergenza da parte dei singoli enti ed amministrazioni, al fine di fronteggiare le criticità e ridurre i disagi per i cittadini. Le lunghe code che nel corso della giornata si sono formate lungo la Sp 72, dimostrano la problematicità della situazione.

In particolare il Prefetto ha richiesto ad Anas di adoperarsi per la tempestiva riapertura dell’arteria stradale subordinatamente alla condizione che l’utilizzo della strada di cui trattasi avvenga nella totale sicurezza per gli utenti.

Sono stati analiticamente esaminati i punti critici per i quali si è concordato un presidio costante (semaforo ad Abbadia Lariana, semaforo di Mandello del Lario, gallerie di Grumo, ingresso sud e nord, strettoia di Fiumelatte, galleria Morcate, incrocio tra Sp72 e SP62 a Bellano, strettoia di Bellano, galleria Dervio-Bellano, Trivio di Fuentes).

Il suggerimento emerso dalla riunione, per quanto riguarda le prossime ore, è quello di utilizzare la rete ferroviaria per evitare di congestionare ulteriormente la rete infrastrutturale.

Il prefetto ha assicurato che la situazione è attentamente seguita.

Il consigliere regionale del Pd, Raffaele straniero, presenterà settimana prossima una interrogazione. “Tutti i nodi vengono al pettine: non avere risolto per tempo i problemi verificatisi a Bellano, in località Tre Madonne, e a Varenna, a fronte del blocco della ss36, fra Abbadia e Bellano – ha commentato Straniero -, sta determinando il caos viabilistico che è sotto gli occhi di tutti”.