Lecco, 23 aprile. “Cittadini, lavoratori! Sciopero generale contro l’occupazione tedesca, contro la guerra fascista, per la salvezza delle nostre terre, delle nostre case, delle nostre officine. Come a Genova e a Torino, ponete i tedeschi di fronte al dilemma: arrendersi o perire”. Queste furono le parole con cui Sandro Pertini proclamò lo sciopero generale a Milano, 25 aprile 1945.

Il 25 aprile 1945 è il giorno in cui il Comitato di Liberazione Nazionale Alta Italia (CLNAI) proclamò l’insurrezione generale in tutti i territori ancora occupati dai nazifascisti, indicando a tutte le forze partigiane attive nel Nord Italia facenti parte del Corpo Volontari della Libertà di attaccare i presidi fascisti e tedeschi imponendo la resa, giorni prima dell’arrivo delle truppe alleate; parallelamente il CLNAI emanò in prima persona dei decreti legislativi, assumendo il potere “in nome del popolo italiano e quale delegato del Governo Italiano”, stabilendo tra le altre cose la condanna a morte per tutti i gerarchi fascisti, incluso Benito Mussolini, che sarebbe stato raggiunto e fucilato tre giorni dopo.

L’anniversario della liberazione d’Italia – da quel giorno del ’45 in poi – è stato anche chiamato festa della Liberazione, anniversario della Resistenza o semplicemente 25 aprile, diventando una festa nazionale della Repubblica Italiana che ricorre il 25 aprile di ogni anno.
Lecco, il 25 aprile in città
Il 25 aprile 2019 ricorre il 74° anniversario della Liberazione e la città di Lecco, Medaglia d’argento al valor militare, lo celebra nella convinzione che la libertà e la democrazia dei popoli restano valori fondamentali da custodire, da difendere, da promuovere.

Ecco il programma delle iniziative.

  • Incontro con il Comandante Gek – Lettura di Lettere dei condannati a morte della Resistenza italiana. Mercoledì 24 aprile ore 21 – Circolo Libero Pensiero (via Calloni, 14 – Rancio di Lecco)
    L’incontro è promosso dalla Cooperativa Annibale Molinari – Libero Pensiero, Comitato provinciale ANPI Lecco, con il patrocinio del Comune di Lecco.
  • 25 aprile – Cerimonia istituzionale
    Ore 9.30 – S. Messa al Santuario della Vittoria. Canti del Coro Alpino Lecchese
    Ore 10.30 – Corteo fino a Largo Montenero e deposizione di corone d’alloro al Monumento ai caduti della Lotta di Liberazione
    Ore 11 – Cerimonia ufficiale nel cortile del palazzo comunale
  • Mostra fotografica “I Muri della memoria” La Resistenza nella Brianza comasca e lecchese. Dal 27 aprile al 30 maggio, al Circolo F.lli Figini (via Armonia, 5) – Maggianico di Lecco
    A cura del Circolo Fotografico Inverigo e ANPI provinciale Lecco, con il patrocinio dei Comuni di Lecco, Inverigo e Lambrugo (Locandina)
  • “Nazieuropa…” Spettacolo teatrale di e con Beppe Casales. Domenica 5 maggio ore 20.30 – Auditorium Centro civico Sorelle Villa – Spazio Teatro Invito (via Foscolo, 42)
    Promosso ed organizzato da Arci Lecco e Comitato provinciale ANPI Lecco, in collaborazione con il Comune di Lecco.

Nazieuropa è uno spettacolo che viaggia su due binari: la parola e le immagini. Nazieuropa è insieme una lettera a una figlia, e un viaggio che parte dalla Germania degli anni ’30 e arriva fino all’Europa dei confini, del nuovo nazionalismo e del razzismo diffuso. Nazieuropa è il desiderio di sottrarsi all’indifferenza, di guardare con gli occhi ben aperti e di chiamare le cose con il loro nome.
Nazieuropa è una domanda: che differenza c’è tra la Germania nazista e l’Europa dei nostri giorni?

  • Dal 23 al 30 aprile, la Biblioteca civica U. Pozzoli (via Bovara, 58) allestisce la mostra bibliografica Italiani che hanno fatto resistenza. Figure dell’antifascismo.
  • Giovedì 25 aprile, al Palazzo Belgiojoso (corso Matteotti, 32), aperto dalle 10 alle 18, è possibile visitare le Sale della Resistenza.

All’interno del palazzo sono allestite due Sale della Resistenza dove vengono esposti documenti originali, lettere di esponenti dell’antifascismo lecchese, fotografie, manifesti a stampa, giornali e reperti militari dall’affermazione del Fascismo alla fine della Seconda guerra mondiale, con particolare riguardo al periodo dal settembre 1943 all’aprile 1945.

Oltre all’esposizione tradizionale nelle vetrine e alle opere d’arte, è presente un monitor touch screen, tramite cui il visitatore può fruire di mappe interattive, testi d’approfondimento, materiale fotografico e sequenze video di capolavori cinematografici.

I contenuti sono organizzati secondo itinerari tematici, che privilegiano aspetti della vita quotidiana durante la Repubblica di Salò (I bombardamenti, L’approvvigionamento alimentare, L’economia industriale e la militarizzazione delle fabbriche) e la realtà politica e militare del movimento antifascista e patriottico in provincia di Lecco (Le formazioni partigiane, Il ruolo delle donne, l’antifascismo cattolico e il contributo del clero, Il ruolo dei militari, Il 25 aprile).

  • Per non dimenticare – Incontro pubblico su Un racconto di vita partigiana. Venerdì 12 aprile dalle 15.30 alle 18 un corso di formazione per i docenti e sabato 13 aprile alle 9.30 un incontro con gli studenti.
    Centro di Promozione della Legalità (CPL) – Istituto di Istruzione Statale G. Bertacchi di Lecco, in collaborazione con Comune di Lecco, ANPI Nova Milanese (Monza e Brianza), Archivio Storico Nova Milanese, ANPI Comitato provinciale Lecco, ARCI Ponti di Memoria, PeaceLink – Telematica per la Pace, Radio Nuova Resistenza.

All’incontro parteciperanno anche: Laura Tussi, giornalista, PeaceLink,Campagna ICAN Premio Nobel per la Pace 2017
Fabrizio Cracolici, Presidente ANPI Nova Milanese (MB),

Programma

– Saluti delle autorità

– “Testimonianze dai Lager” con la presentazione del libro

– Intervento di un referente ANPI Lecco

– Spettacolo “L’avvenire”, interpretato dagli studenti della rete CPL Lecco, a cura di Teatrovita

– Musica e note di impegno civile di Renato Franchi, Gianfranco D’Adda, Viky Ferrara, Dan Shim Sara Galasso – Orchestrina del Suonatore Jones

– Ingresso libero