Lecco, 4 aprile. Filosofia in corsia? Un’esperienza particolare e fruttuosa che è diventata anche un libro. Il volume sarà presentato domani, venerdì 5 aprile alle 17.30, agli istituti “Airoldi e Muzzi” (Iram). Autrice del libro, intitolato “L’identità umana come sistema complesso – Da Edgar Morin alla filosofia in reparto” è Magda Fontanella, che svolge la professione di filosofa in ambito sanitario dal 2011 e che attualmente presta servizio come filosofa e bioeticista all’Iram.
Il libro – pubblicato sotto l’egida della Biblioteca di Sardegna ed edito da Editoriale Documenta di Cargeghe di Sassari – evidenzia come le grandi domande della vita (“chi è l’uomo? cos’è il mondo?”) si rivelano decisive allorquando la vita personale incontra una condizione di fragilità, soprattutto nell’ambito dell’esperienza di cura, laddove la complessità dell’identità umana si esprime nel modo più profondo: dal trattamento del dolore fisico alla gestione della crisi esistenziale, dalla comunicazione di una diagnosi infausta alla sua accettazione, fino all’applicazione di una politica di assistenza sanitaria eticamente rispettosa della condizione umana.
Il saggio, muovendo dall’opera del filosofo e sociologo francese Edgar Morin e giungendo alla pratica filosofica, presenta una visione sistemica e complessa dell’uomo, capace di offrire, anche sulla scorta dell’esperienza di reparto maturata dall’autrice, uno strumento di accompagnamento e sostegno per pazienti e rispettivi parenti in ambito clinico-sanitario e non solo. Interverrà alla presentazione, il direttore sanitario degli istituti, Andrea Millul.