Lecco, 1 aprile. Bilancio positivo anche quest’anno per la rassegna Leggermente. Una settimana di eventi, rivolti soprattutto alle scuole, con un formato più concentrato, ma che apre nuove prospettive a una rassegna capace di rinnovarsi e di rilanciare, sempre puntando sulla promozione della lettura. La decima edizione di Leggermente, manifestazione organizzata e promossa da Assocultura Confcommercio Lecco, si è svolta quest’anno dal 18 al 24 marzo e ha coinvolto 10 mila studenti con 160 eventi e 87 autori. Molti degli ospiti si sono interrogati provando a dare una risposta agli spunti offerti dal tema della kermesse, ovvero “In gioco”: dal filosofo Umberto Galimberti ad Anna Oliviero Ferraris, da Stefano Zecchi a Roberto Marchesini, da Alberto Martinelli a Valeria Babini e per ultimo Gustavo Pietropolli Charmet, solo per citarne alcuni. Ma non sono mancati anche incontri con autori che hanno raccontato i loro libri.

“Siamo soddisfatti per questa decima edizione che per noi rappresentava una sfida – spiega il presidente di Confcommercio Lecco e Assocultura Confcommercio Lecco, Antonio Peccati -. Direi che la scelta di concentrare il clou degli incontri con le scuole in una settimana ha funzionato, così come piace l’idea di “spalmare” gli eventi aperti al pubblico e gli incontri con gli autori durante l’intero anno e sul territorio. Ringrazio tutte le persone che hanno reso possibile questo ennesimo successo. Ringrazio gli autori che sono venuti a Lecco, gli insegnanti e gli alunni che hanno riempito le nostre sale e le altre location. Ringrazio il pubblico che ha seguito con passione e attenzione gli eventi proposti. L’appuntamento per l’undicesima edizione è in calendario nel marzo 2020, ma in realtà i nuovi incontri di Leggermente ci saranno già nei prossimi mesi”. Perché, come detto, la nuova versione della manifestazione prevede occasioni e confronti per tutto l’anno.

L’iniziativa culturale, organizzata da Confcommercio Lecco e Assocultura Confcommercio Lecco,  con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri e della Regione Lombardia, può contare sulla collaborazione della Camera di commercio di Lecco, dell’Amministrazione provinciale di Lecco, del Comune di Lecco e dell’Ufficio scolastico provinciale.