STARLIGHT VALMADRERA:

Importante vittoria contro Melzo
Una Adinox Starligt quasi in emergenza, considerato che la Fusi non era disponibile per un
problema al dito e la Oddo, con il problema alla caviglia, è stata centellinata dal coach Colombo,
è riuscita a portare a casa una vittoria contro una formazione di tutto rispetto come il Melzo
vincendo il match casalingo per 55-52. Mancano tre partite alla conclusione della stagione
regolare, con Valmadrera che trova due punti importanti in chiave play off. Soddisfatto
il coach Colombo.
<< E’ stata una bella partita. Siamo partire aggressive, rispondendo colpo su colpo al Melzo,
appoggiandoci bene sotto canestro con Irelys, soprattutto lavorando bene nei blocchi, ed una
Orsenigo veramente in grande serata. Loro hanno fatto fatica a contenerci. Nel terzo quarto Melzo
è cresciuta andando sopra 48-40 e la zona non ci copriva. C’è stata una forte reazione della
squadra con la Greppi che segna una bomba, dando la giusta scossa alla Starlight. Cresce la
Capaldo che fa tre minuti super giocando brillantemente: penetrazioni, tiri liberi, canestri da 2 e noi
siamo andati sopra 50-48. Finale incerto con Melzo che sbaglia molto, e poi i due tiri liberi di
Casartelli segna il risultato finale. Sono contento perché la squadra è in grande crescita- conclude
Alberto Colombo- e posso dire che Valmadrera è diventata una vera squadra, con la speranza di
poter recuperare subito le varie infortunate>>.

ADINOX STARLIGHT 55
BASKET MELZO 52
Parziali: 21-16, 28-28, 35-44
Adinox Starlight: Fusi, Orsanigo 17, Airoldi, Capaldo 12, Andreotti, Chitelotti, Greppi 6, Adan 6,
Oddo 4, Casartelli 6, Ciceri 2, Riva 2.
Basket Melzo: Lattuada, Carrara 9, Ceresoli 2, Motta 2, Gastoldi, Grassi 12, Bartolini, Denti 2,
Gervasoni 5, Ceresoli 5, Brino 11, Tresoldi 4.

CARPE DIEM CALOLZIO:

VITTORIA CON BLACKOUT PER LA CARPE DIEM CALOLZIO

Successo col brivido per la Carpe Diem Calolzio di coach Angelo Mazzoleni. La squadra lecchese spreca un vantaggio di quasi venti punti nel secondo quarto e si trova a dover rivincere una partita che aveva già in tasca.

L’inizio di gara è tutto di marca lecchese. La Carpe Diem vola via sulle ali dell’entusiasmo, allungando fino al più quindici nel secondo quarto. Improvvisamente un black out dell’impianto elettrico ferma la partita, costringendo i giocatori a uno stop di una ventina di minuti.

Calolzio ci mette oltre un quarto di gioco a ritrovarsi perché, clamorosamente, la squadra che rientra dagli spogliatoi viene travolta dall’energia di Basketown, capace di infilare ben trenta punti in dieci minuti (60-57).

Nell’ultimo quarto Calolzio rientra in partita e spegne l’attacco dei padroni di casa, vincendo col punteggio di 71-74.

“Questa è stata una partita strana, non ci è mai capitato in stagione di subire trenta punti in un quarto. Per fortuna siamo stati bravi a vincere, nonostante avessimo buttato via quasi venti punti di vantaggio nel secondo quarto” ha dichiarato coach Mazzoleni a fine gara.

TABELLINO:

BASKETOWN MILANO:
Botto T. 14, Petrosino 14, Iosca M. 19, Iosca A. 2, Mazzi 3, Valgiovio 4, Colombo 9, Botto F. 7, Mengozzi.
All. Papale.

CARPE DIEM CALOLZIO:
Zambelli 11, Meroni 12, Floreano 7, Butti 16, Ferrario 4, Fontana, Rusconi 14, Bonacina 4, Porro 8, Pirovano, Cazzaniga, Garota.
All. Mazzoleni.