Lecco, 22 marzo. La crisi economica ha colpito molti imprenditori, mettendo le loro vite in una condizione di grave disagio.

Le cronache hanno consegnato purtroppo anche notizie di imprenditori che hanno scelto il suicidio di fronte alle conseguenze di un indebitamento eccessivo. Esiste una legge, la cosiddetta “Salvasuicidi” e per far fronte alla crisi l’ordine dei Commercialisti di Lecco ha deciso di costituire un nuovo organismo, che sarà presentato martedì prossimo, 26 marzo, a partire dalle 14.30, al Polo lecchese del Politecnico di Milano. L’iniziativa è promossa dall’ordine dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili, con il patrocinio dell’Associazione Libere Professioni Lecchesi e del Comune di Lecco, sul tema del sovraindebitamento. All’incontro parteciperanno gli Ordini professionali lecchesi, i rappresentanti delle istituzioni e del mondo associativo locale.

Antonio Rocca, presidente dell’ordine dei Dottori commercialisti, aprirà i lavori del convegno. Seguiranno gli interventi del sindaco Virginio Brivio, del presidente del Tribunale di Lecco Ersilio Secchi, del presidente della Fondazione Adr Commercialisti Felice Ruscetta. Nel corso dell’incontro, entreranno nel merito della tematica il referente dell’ordine Michele Stefanoni, il vicepresidente dell’ordine dei Dottori commercialisti di Lecco,Francesco Puccio,  e Marco Riva dell’ordine degli Avvocati di Lecco.

Il convegno espliciterà il tema del come difendersi dal sovraindebitamento, di quali siano le soluzioni previste dalla Legge “salva-suicidi” (L.3/2012) di quali novità saranno introdotte dal nuovo Codice della crisi.Inoltre, durante il convegno, sarà presentato il nuovo Organismo di Composizione della Crisi, costituito dai commercialisti lecchesi e che sarà operativo presso la sede dell’Ordine, in via Parini.

Rivolgendosi all’organismo, i soggetti sovraindebitati meritevoli (privati, consumatori, professionisti, aziende agricole, imprenditori e aziende che non superino determinate soglie dimensionali), potranno attivare uno degli strumenti previsti dalla Legge (piano del consumatore, accordo di ristrutturazione e liquidazione del patrimonio) per ottenere l’esdebitazione e riabilitarsi nella società. Seppur la legge sia stata introdotta dal  2012, in passato non vi è stato un uso diffuso di queste procedure, attualmente l’interesse e le adesioni appaiono invece in crescita.

L’ordine dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili di Lecco ha deciso perciò di contribuire alla diffusione di questo strumento, mettendo la propria professionalità al servizio del territorio costituendo un nuovo organismo, già accreditato dal Ministero della Giustizia, che può già contare su una serie di professionisti formati a svolgere il ruolo di “gestori” delle domande che potranno essere presentate a partire dal prossimo 1 aprile.