Lecco, 7 marzo. Come ogni anno l’8 marzo è dedicato alla Giornata Internazionale della Donna. A Lecco numerose le iniziative organizzate per celebrare la ricorrenza. Eccone alcune:

–  alle 9.45 a Spazio Teatro Invito (via Ugo Foscolo 42, Lecco) l’incontro dal titolo “L’Europa e le donne”, a cura dei Coordinamenti Donne Cgil-Cisl-Uil e Spi-Fnp-Uilp territoriali. Letture e musica a cura di Giusi Vassena, Anna Camporini e Giulia Larghi. Intervento di Pia Locatelli, Presidente Onoraria dell’Internazionale Socialista Donne;

– dalle 14 alle 17 in Piazza Garibaldi, angolo via Roma, la distribuzione della mimosa e di materiale informativo a cura dell’UDI (Unione Donne in Italia) di Lecco;

– alle 17 alla Sala conferenze del Palazzo del Commercio (piazza Garibaldi 4, Lecco) la presentazione del libro “Il bullismo spiegato a genitori e insegnanti”con l’autrice Avv. Marisa Marraffino e a cura della Consigliera di Parità e Fondo Zanetti, con l’adesione di Telefono Donna e Soroptimist Lecco;

– alle 21 al Planetario (c.so Matteotti 32, Lecco) la serata “Donne stellari: un 8 marzo cosmico”. Per la ricorrenza dell’8 marzo, lo staff del gruppo Deep Space proporrà un omaggio dedicato alle grandi donne della scienza e dello spazio. A condurlo sarà la giovane ricercatrice Mery Ravasio, dell’osservatorio di Merate;

– come ogni anno la Provincia di Lecco offrirà a tutte le donne la possibilità di visitare gratuitamente Villa Monastero di Varenna. Dalle 10.00 alle 17.00 saranno aperti al pubblico il Giardino Botanico e la Casa Museo mentre alle 15.00 è in programma una visita guidata alla Casa Museo a cura del Conservatore Anna Ranzi. La visita si concentrerà sulle figure femminili che hanno abitato Villa Monastero nel corso della sua storia e in particolare sulle vicende della nobildonna milanese Rosa Curioni De Marchi e di suo marito, il naturalista e filantropo Marco De Marchi, ultimi proprietari della Villa che scelsero di destinarla per il pubblico utilizzo;

– dalle 22 l’Associazione Oikos Lecco propone al Roots Club (via Don Antonio Invernizzi 20, Lecco) il live del duo acustico composto da Andrea Gentileschi e Mirko Tentori;

– l’8, 9 e 10 marzo torna Gardensia: l’iniziativa di AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) per sostenere la ricerca sulla sclerosi multipla. In diversi punti della città che trovate segnalati sul sito https://sostienici.aism.it/gardensia/ potrete comprare una gardenia o un’ortensia che rappresentano il doppio impegno di AISM al fianco delle persone con sclerosi multipla: la ricerca e l’assistenza. Due fiori per sottolineare lo stretto legame tra le donne e la malattia, perché le donne sono colpite il doppio degli uomini.

 Le iniziative per l’8 marzo non si concludono nella giornata di venerdì; segnate anche questi appuntamenti delle prossime settimane:

– venerdì 15 marzo alle 18 alla Sala Consiliare del Palazzo Comunale (piazza Diaz 1, Lecco) l’incontro dal titolo “L’immagine femminile nella pubblicità e gli stereotipi di genere”. Seduta aperta della Commissione Pari opportunità del Comune di Lecco, con la partecipazione di Stefano Longoni Direttore Creativo e pubblicitario, a cura dell’Ufficio locale di parità del Comune di Lecco;

– mercoledì 27 marzo alle 14.30 al Centro il Giglio (via Ghislanzoni 9,  Lecco) l’incontro “Donne nella storia: Grazia Deledda”, con la relatrice prof.ssa A. Frigerio, a cura della Consulta Femminile Città di Lecco.

Infine segnaliamo l’iniziativa che la Caritas Ambrosiana porterà a Fieramilanocity dall’8 al 10 marzo:

– si chiama Arianna la guida che aiuterà i visitatori della fiera “Fa’ la cosa giusta” ad uscire dal Labirinto, l’istallazione sulla violenza di genere che Caritas Ambrosiana porta alla 16esima edizione dell’esposizione degli stili di vita compatibili. Come l’eroina nel mito greco, sarà lei ad offrire metaforicamente il filo da afferrare per districarsi dalle trappole della relazione di coppia. Arianna è infatti la protagonista dei due libro gioco che saranno testati al termine del percorso esperienziale allestito negli spazi della fiera, in occasione della festa della donna e per tutta la durata della manifestazione. Attraverso la sua storia, nella due versioni previste – quella destinata ai ragazzi dagli 11 ai 18 anni, in cui il personaggio è una studentessa, e quella per i maggiorenni in cui è una giovane lavoratrice – i giocatori saranno invitati ad interrogarsi su loro stessi e i propri comportamenti e a comprendere le situazioni a rischio.