ACCIAITUBI Picco Lecco vs Chromavis Abo Offanengo CR 3-1
(22-25, 25-23, 29-27, 25-15)
Una grande pallavolo ha colorato la serata di ieri nel lecchese, al palazzetto del Bione.
Ottima serata per l’AcciaiTubi Picco Lecco nel match contro una grande Offanengo, reduce da otto vittorie consecutive (tra cui lo scacco alla capolista di Busto, l’unico della stagione per ora). In una delle partite più importanti, la squadra biancorossa non sbaglia la chiamata e dimostra al suo pubblico numeroso di meritare a pieni voti la seconda posizione in classifica.
Nell’avvio di gara la l’AcciaiTubi soffre il gioco avversario: pronti via, 0-4 per le avversarie e coach Milano chiede il primo time out. Brava la Picco a recuperare, buoni gli attacchi vincenti di Martinelli e i muri di Santini anche se non sono sufficienti: Offanengo è più incisiva e chiude 22-25.
Il secondo e il terzo parziale sono sfide punto a punto, brave Stomeo a gestire al meglio la squadra e Garzonio a ricevere e difendere qualsiasi palla per poter contrattaccare. Offanengo viene spesso fermata a muro e gli attacchi vincenti di Lancini, Civitico e capitan Ferrario sono la ciliegina sulla torta. L’AcciaTubi dimostra di sapersi comportare da squadra e forse è questo ingrediente che le fa chiudere la partita da vincente.
Il quarto set inizia come i precedenti, ma a un certo punto l’ingranaggio di Cremona si ferma e ci sono momenti di tensione fuori dal campo: l’allenatore Barbieri e il Direttore Sportivo Condina prendono il cartellino rosso per proteste e comportamento scorretto, il tifo avversario diventa pesante e Nicolini (applaudita da tutta Lecco) è costretta a chiedere un po’ di calma. Tutti questi episodi mandano nel pallone il gioco, bellissimo fino a questo momento, di Chromavis Abo e le giocatrici perdono la lucidità necessaria per rimanere in partita. La squadra di casa non perdona e il match si chiude 25-15.
Davvero una grande pallavolo, un applauso ad Offanego, peccato solo per quanto accaduto fuori dal campo.
L’AcciaiTubi mantiene con forza e convinzione il secondo posto in classifica, in una serata praticamente perfetta. Complimenti a tutto il team biancorosso!
Intervista al coach Gianfranco Milano :
“Stasera abbiamo dimostrato di poter fare un salto di qualità rispetto all’andata, sia come gioco che come gestione mentale della partita. Abbiamo iniziato con un po’ di timore, ma poi le ragazze sono state brave ad interpretare al meglio il gioco avversario. Le più “esperte” hanno saputo trainare le compagne alla prima esperienza in B1 e le hanno aiutate ad avere il giusto atteggiamento in campo e ad effettuare le scelte tattiche migliori. Tra le esperte in questione, oltre alla sicurezza della solita Stomeo, c’è Alice Santini, che ha avuto bisogno di qualche tempo per misurarsi con un gioco completamente diverso ma che adesso sta dando dimostrazione di poter essere un buon esempio per le altre”.
Intervista a Debora Stomeo:
“Una partita molto difficile, non mi aspettavo assolutamente questo risultato, perchè Offanengo ora è una squadra completamente diversa rispetto all’andata: è la corazzata che doveva essere da sempre, composta da ottimi giocatori. Siamo state brave a inizio gara a non farci spaventare dall’avvio per noi difficoltoso, abbiamo avuto quella sana cattiveria fondamentale per ribaltare il risultato. Faccio i complimenti alle mie compagne per aver saputo gestire al meglio la tensione di questa partita; ci sono ragazze come Martinelli e Lancini alla loro prima esperienza in B1 che, dopo un attimo necessario alla carburazione, sono sempre fondamentali per la squadra. Sono due settimane che sto combattendo contro qualche problema fisico, ma l’agonismo di queste serate sovrasta il dolore e ho cercato comunque di dare il massimo di me stessa. Adesso dobbiamo continuare ad allenarci al meglio: tra poco meno di un mese ci sarà il trittico e dobbiamo essere pronte (tre partite consecutive contro Busto, Trescore e Vigevano)”.