Attualità

caporalato

PATTO TERRITORIALE PER COMBATTERE E PER PREVENIRE IL CAPORALATO – LE PROPOSTE DELLA UIL

Lecco-Milano 8 febbraio. Si sono riunite ieri, 7 febbraio, in seduta congiunta, la IV e la VIII Commissione consiliare di Regione Lombardia per affrontare il tema del “caporalato”, un fenomeno purtroppo presente in maniera importante anche nella nostra regione.
La richiesta di audizione verteva in modo specifico sul caporalato nel settore dell’Agricoltura, teatro di interventi da parte delle forze dell’ordine anche nel recente passato.

“Ci vuole una risposta corale da parte di tutte le parti e gli attori coinvolti – ha concluso Albrizio”. All’audizione di ieri pomeriggio hanno partecipato anche le categorie Uila (Agricoltura) e Feneal Uil (Edilizia).

“E’ necessario stroncare il fenomeno delle false imprese cooperative senza terra, anche attraverso la costituzione di un’apposita sezione per questo tipo di imprese nell’anagrafe delle aziende agricole dell’Inps – ha affermato Maurizio Vezzani, segretario generale della Uila Lombardia – occorrono requisiti più stringenti per procedere all’assunzione della manodopera agricola, ad esempio una ragione sociale certa e capitale effettivamente versato, una quota di lavoratori a tempo indeterminato già in organico alle imprese, regolarità contributiva e fiscale, deposito di almeno due bilanci degli esercizi precedenti; il tutto condizionato al parere favorevole delle sezioni territoriali della Rete del Lavoro Agricolo di qualità. Il caporalato è un oltraggio alla dignità umana”.

Il caporalato non è solo un fenomeno illegale; è in gioco la dignità delle persone, dei lavoratori, la loro sicurezza e la loro salute.

WhatsApp +39 3662141376

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni per i cookie di terze parti leggi l'informativa completa. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi