LECCO, 7 febbraio. Debutto positivo nel campionato del mondo di trial indoor per il ventenne di Malgrate Luca Petrella che ha fatto il suo esordio nell’Olimpo del trial mondiale a Barcellona.
Per il ventenne lecchese quello spagnolo è stato anche il battesimo in sella alla nuova moto, la Beta 300, che Petrella utilizzerà nella stagione 2019 sia nel mondiale Trial 2 nel Eurocup che nei due campionati italiani – Assoluto e indoor -. Per il trialista della Dml Promotion una gara condizionata dal regolamento, perché i piloti debuttanti purtroppo hanno l’obbligo di aprire il percorso. Ostacoli alti e difficili hanno caratterizzato la gara di Barcellona, ma Petrella nonostante la giustificata emozione ha saputo far fronte alle notevoli difficoltà di un percorso che resta sempre valido per il campionato del mondo di X-Trial 2019. A fine giornata Petrella, unico italiano selezionato dagli organizzatori, ha chiuso con il nono posto, ma questo risultato che non lo ha visto poi così lontano degli avversari ha permesso al pilota di essere selezionato per l’appuntamento di Bordeaux (Francia) domenica 10 febbraio, dove il ventenne pilota della Beta si troverà gomito a gomito ancora con i big del trial iridato, ma questa volta con un evento che non è valido per il campionato del mondo.
“Sono contento a metà della tappa di Barcellona – ha dichiarato il pilota -, perché davanti a 18 mila spettatori c’è sempre un po’ di emozione, ma poi cominciata la gara, tutto svanisce e un professionista deve fare la sua gara. Era un percorso bello spettacolare, ma molto difficile. Mi sono tolto delle belle soddisfazioni, ma secondo me il regolamento va rivisto: un debuttante non può fare colui che apre tutte le zone, specialmente a quel livello. Domenica si corre a Bordeaux e per me sarà un’altra tappa importante per acclimatarmi con i campioni del trial mondiale, ma ti posso dare la notizia che sono stato selezionato per un altro appuntamento del grande show mondiale, X-Trial a Bilbao(Spagna) sabato 16 febbraio. Piano piano sto entrando nel giro del trial che conta e per me è una grande soddisfazione”.