Pol. Mandello volley:

ALMENNO SAN BARTOLOMEO, 02 febbraio.

Lemen Volley Almenno BG – Cartiera dell’Adda Mandello del Lario 3-1.

Parziali: (25-19)-(19-25)-(27-25)-(25-23).

LEMEN VOLLEY ALMENNO BG: Caccia, Tagliaferri 13, Pillepich 12, Zambetti 4, Camarda 14, Erba 9, Alibrandi (L), Piazzoli (L), Di Luccio 1, Bott 3i, M. Morlotti. Non entrata: C. Morlotti. Allenatore: Dall’Angelo.

CARTIERA DELL’ADDA MANDELLO DEL LARIO: Cuciniello 12, Tonelli (L), Rossi, Maresi 3, Riva 19, Redaelli 7, Marconi 9, Vizzini 9, Meroni. Non entrate: Dell’Orto, Sacchi, Chiodi, Colombo, Bertocchi. Allenatore: Mariani Simone.

Arbitri: Roberto Giusto e Andrea Cantono.

Durata set: 23’, 25’, 30’, 30’. Totale 108’

Note: muri 8-12, aces 3-8, errori in battuta 8-11

Inizio in salita per le nostre ragazze della pallavolo. Nella prima giornata del girone di ritorno arriva una sconfitta dalla trasferta di Almenno in provincia di Bergamo; le avversarie della “Lemen” hanno avuto la meglio con il punteggio finale di 3-1. La cronaca: primo set dominato dalle padrone di casa che prendono subito in mano le redini dell’incontro, aiutate anche dai tanti errori delle “blu arancio”;  grazie al turno in battuta  di Gaia Riva le ragazze di coach Mariani(oggi in campo nelle vesti di allenatore per la squalifica di Valsecchi) si avvicinano con il punteggio alle bergamasche che poi prendono definitivamente il largo aggiudicandosi il primo set grazie all’ottima Camarda ma sopratutto per i reiterati errori delle giocatrici mandellesi. Bella reazione di queste ultime che con caparbietà rimettono in parità l’incontro con l’identico punteggio del primo. La “cronica allergia” al punto a punto e un po d’inesperienza non permettono alle nostre ragazze di aggiudicarsi il terzo set che forse avrebbe cambiato la storia del match: 27 a 25 e 2 a 1 per le bianco blu almennesi. Anche il quarto set è lottato punto a punto sono le nostre a scappare via per prime raggiungono un vantaggio minimo ad inizio set poi si fanno raggiungere sul sedici pari. Un errore in attacco delle nostre beniamine fissa il punteggio del set a 25 a 23 per le giocatrici della Lemen che si aggiudicano anche l’incontro per 3 set a 1. Una partita che avrebbe meritato la conquista di almeno un punto per l’intensità del gioco espresso da Riva e compagne, l’allenatore Daniele Valsecchi e contento della prestazione delle sue ragazze:<la loro classifica è bugiarda, hanno recuperato tutte le infortunate ed il loro valore l’hanno dimostrato questa sera contro di noi; le mie giocatrici mi sono piaciute per l’impegno che ci hanno messo nel recuperare alcune situazioni difficili, un po per inesperienza un po per sfortuna non siamo però riusciti a cambiare l’andamento dell’incontro.>…..<la classifica è ancora corta, parlo con riferimento alle posizioni di coda, siamo li a due punti dal quintultimo posto, domenica ospiteremo al palazzetto la terza forza del campionato che dopo le prime tre sconfitte dell’andata, una contro di noi, ha inanellato un “filotto” micidiale, stiamo parlando della squadra camuna del Costa Volpino> Il campionato è ancora lungo noi siamo fiduciosi perché le ragazze sono capaci di grandi cose l’hanno dimostrato all’andata proprio contro le nostre prossime avversarie.. vi aspettiamo numerosi al “Pala Buzzi” per tifare ed eventualmente gioire per la nostra vittoria.

Elevationshop Crai Olginate:

Elevationshop.com – Crai V36+ Olginate – Caseificio Paieni (Bg) 3-1 (25-17, 18-25, 25-23, 25-23)

Nel campionato nazionale di serie B2 inizia nel migliore dei modi il girone di ritorno per la Elevationshop.com – Crai V36+ Olginate, che supera il Caseificio Paieni (Bg) in quattro set, al termine di un match incerto sino alla fine, soprattutto nel terzo e nel quarto set.

La formazione guidata da Ivan Iosi e Andrea Arisci si aggiudica senza particolari problemi il primo set, ma dopo il cambio di campo la situazione si ribalta e le bergamasche pareggiano i conti in maniera altrettanto agevole (4-8, 9-16).

Nella terza frazione punteggio in altalena (9-6, 10-13, 15-13, 15-17, 21-17, 21-21), poi finale punto a punto, con le olginatesi brave a prevalere con il minimo scarto.

Il quarto parziale è condotto dalle ospiti (1-5, 3-9, 10-14), ma le padrone di casa riescono a rientrare (15-15) e ad allungare come nel set precedente (21-17); ancora una volta Casazza recupera e addirittura sorpassa (21-22), poi finale vietato ai deboli di cuore, quel cuore che le olginatesi gettano in campo fino all’ultimo pallone vincente che regala loro i tre punti.

Il commento di coach Ivan Iosi: «Le tre sberle dell’andata sono state una lezione importante, ne abbiamo tratto il massimo insegnamento. Gara un po’ scorbutica, fatta di parecchi alti, come un primo set strepitoso da parte nostra, e qualche basso, come la seconda frazione; nei nostri cali va anche riconosciuto il merito delle avversarie. Abbiamo lavorato in maniera egregia a muro, contenendo le loro principali bocche di fuoco e rintuzzando i momenti di difficoltà con grandi difese e coperture. Abbiamo battuto a tratti molto bene, mettendo costantemente in apprensione la loro linea ricettiva. Bravissime le ragazze ad arginare il rientro veemente di Casazza e a stringersi a riccio per contenerne l’onda d’urto. Ottimo il fondamentale del muro, ben 13 anche stavolta (7 di Cardoni) e superlativa la correlazione con la difesa. Un plauso a queste ragazze che dall’andata al ritorno hanno cambiato completamente pelle e gioco».

Tabellino: Colombo 3, Guerini 13, Fezzi 10, Giobbe 15, Cattaneo 14, Cardoni 16, Fizzotti (L), Serafini, Moreschi 1, Angelinetta. All.: Iosi e Arisci.