Lecco, 30 gennaio. Ad una volontaria del soccorso alpino è stata rubata dall’auto l’attrezzatura per gli interventi. Furto deprecabile perpetrato a chi sorveglia, a titolo volontario, la sicurezza degli escursionisti sulle nostre montagne lariane.

Michela Allio è impegnata volontariamente con la XIX delegazione lariana per prestare soccorso a chi è in difficoltà in montagna, dagli escursionisti esperti fino a chi deve affrontare problemi anche di salute in passeggiate ordinarie. Il materiale è personale ma viene utilizzato nelle missione che Michela compie in aiuto di tutti gli amanti delle montagne lariane.

Lei, come tutti volontari, mette a disposizione a titolo gratuito il proprio tempo, spesso interi fine settimana, per fare in modo che tutti gli appassionati vivano in modo sicuro la montagna. Persone a cui la comunità deve molto, per questo motivo il furto dell’attrezzatura è un gesto ignobile che tocca tutta la società.

Questo è il post Facebook integrale comparso ieri pomeriggio sulla pagina personale di Michela Allio, compresibilmente amareggiata: “Ieri sera fuori dalla palestra di arrampicata di Uboldo provincia di Varese, qualche simpatico individuo mi ha rubato dalla macchina zaino grigio e nero MAMMUT, con all’interno attrezzatura per l’auto soccorso in valanga due Artva, un PULSE MAMMUT e un Guide BT della BLACK DIAMOND, RAMPONI DA GHIACCIO e abbigliamento del soccorso alpino.

1
Ora, nel caso in cui questi personaggi frequentino la montagna, gli auguro vivamente di provare il brivido di capire a cosa mi sarebbe servito tutto quello che mi ha rubato.
Detto ciò vi chiedo l’immenso favore , in caso doveste vedere annunci o trovare queste cose in vendita, vi prego, contattatemi e segnalatelo”.

Invitiamo i nostri lettori a stare attenti a comprare questo materiale, sui siti online e di segnalare alla Polizia Postale eventuali riconoscimenti.