Lecco, 29 gennaio. I cosiddetti giorni della merla sono, secondo la tradizione, gli ultimi tre giorni di gennaio – 29, 30 e 31 – oppure gli ultimi due giorni di gennaio e il primo di febbraio. Sempre secondo la tradizione sarebbero i tre giorni più freddi dell’anno. Le statistiche meteorologiche disponibili per gli ultimi decenni contrastano con il detto popolare per cui non ci sono elementi scientifici a supporto della credenza.

merla 2

L’origine della locuzione “i giorni della merla” non è ben chiara. Ad esempio Sebastiano Pauli pubblica nel 1740 due ipotesi di spiegazione:

«”I giorni della Merla” in significazione di giorni freddissimi. L’origine del quel dettato dicon esser questo: dovendosi far passare oltre Po un Cannone di prima portata, nomato la Merla, s’aspettò l’occasione di questi giorni: ne’ quali, essendo il Fiume tutto gelato, poté quella macchina esser tratta sopra di quello, che sostenendola diè il comodo di farla giugnere all’altra riva. Altri altrimenti contano: esservi stato, cioè un tempo fa, una Nobile Signora di Caravaggio, nominata de Merli, la quale dovendo traghettare il Po per andare a Marito, non lo poté fare se non in questi giorni, ne’ quali passò sovra il fiume gelato».

Secondo la tradizione popolare, gli ultimi giorni di gennaio coincidono con i tre giorni più freddi dell’inverno. Tanto che perfino la Merla, che un tempo aveva il piumaggio bianco, per riscaldarsi andò a ripararsi in un camino.
Il suo manto divenne grigio per la fuliggine e da allora rimase di tale colore.

s

Statistiche meteorologiche:
Da una statistica tratta dalla banca dati di 49 anni del Centro Geofisico Prealpino (periodo 1967-2015) risultano queste interessanti considerazioni.

  • La temperatura media dei 3 giorni è di 3.6°
  • La media delle temperature massime dei 3 giorni è di 7.3°
  • La media delle temperature minime dei 3 giorni è di -0.1°
  • Se si pensa che la temperatura media di Gennaio (calcolata sullo stesso periodo di osservazioni) è 2.9°C la media di questi tre ultimi giorni risulta di quasi un grado (0.7°C) più alta. Infatti statisticamente dopo il 10 di gennaio la temperatura tende ad aumentare.

Forse la leggenda della Merla nacque in un’epoca in cui gennaio era molto più freddo di oggi, forse, non disponendo di strumenti e di statistiche la gente, sofferente già per due mesi di freddo, aveva la sensazione che il ‘cuore’ dell’inverno fosse il periodo più freddo. Sta di fatto che, numeri alla mano, oggi non è più così.

Per gli appassionati di curiosità statistiche ecco alcuni ‘record’ relativi ai giorni della Merla:

    • Media più elevata – Merla più calda – nel 1982, con una temperatura media di 9.3°C (+5.5°C rispetto alla media)
    • Media più bassa (Merla più fredda) nel 2005 , con -2.3°C (-4.3°C rispetto alla media)
    • Nel “famoso” gennaio 1985 delle nevicate abbondanti la “Merla” fu di 3.2°C, quasi nella media.
    • La temperatura più alta dei tre giorni si è registrata il 31.1.1982 con 19°C ma nel 2008 il giorno 28 si sono toccati i 23.5° (record assoluto per Gennaio)
    • La temperatura più bassa è stata toccata il 31.1.1987 e il 29.1.2005 con -8.0°C

3

I Giorni della Merla. Gli anni recenti:

  • Nel 2016 Forte alta pressione atlantica, caldo fuori stagione con massime fino 13°C e 0°C a 3800m. E’ la seconda merla più calda di sempre con temperatura media di 7.9°C.
  • Nel 2017 Nuvoloso ma asciutto. Temperature nella media, anche se il mese di gennaio fu il quinto più freddo.
  • Nel 2018 Forte alta pressione, con mare di nubi sulla pianura. Sereno su Alpi e Prealpi con massime fino 11.6°C