Sport

B&P AUTORICAMBI COSTA E’ DA URLO

Una partita pazzesca, in cui le pantere hanno tirato fuori un cuore smisurato, dopo oltre 22′ di grande personalità. Sul 22-36, infatti, la B&P Autoricambi Costa Masnaga subisce un primo break di Moncalieri, che viene ricacciata a -6 al 30′ e poi un altro parziale che vede le padrone di casa volare a +7 a 5′ dalla fine. Proprio nel momento di massima difficoltà, il carattere e la solidità mentale di queste ragazze riemergono in maniera decisiva: parziale di 10-0 (esattamente come era avvenuto all’andata nel supplementare) e due punti di grande importanza che finiscono in saccoccia.

La cronaca

Partenza sprint per Basket Costa, che inizia con grande personalità la partita: Vente, con canestro e assist per Picotti e due punti di Rulli trascinano subito sul 2-6 le pantere. Risponde subito Moncalieri, con sei punti filati di Cordola per il pareggio a quota 6 al 4′. Longoni si crea spazio dimostrando notevoli doti nel ball handling e spara dalla lunga: Rulli in sospensione è una sentenza e Baldelli aggiusta il mirino dalla lunga, 6-14 al 6′.Landi e Grigoleit provano a riportare sotto le padrone di case, la cui percentuale da campo, però, è piuttosto bassa: al 10′ è 13-18 con ben 7 punti di Giulia Rulli. Il secondo quarto si apre con la tegola del terzo fallo di Vente, ma coach Pirola trova ottime risposte dal resto della batteria delle lunghe. Picotti scuote la retina da tre punti e poi serve un assist al bacio a Spinelli, in una splendida giocata alto-basso, che converte il +10, 13-23 al 12′. L’intensità difensiva di Moncalieri sale e Basket Costa commette qualche errore di troppo, non capitalizzando le difficoltà delle padrone di casa nel trovare la via del canestro in attacco. Baldelli in contropiede serve Spinelli che sblocca il punteggio dopo qualche minuto di black-out, ma è la triplona di Discacciati sulla sirena che manda le pantere sul +13, 18-31.

Discacciati inizia il terzo parziale esattamente come aveva finito il secondo: prima una tripla e poi un canestro da sotto per il massimo vantaggio, 22-36. Vente e Picotti, però, commettono il terzo fallo e Moncalieri alza i giri in difesa e offensivamente le pantere si spengono: parziale di 14-2 che riporta in partita Grigoleit e compagne sul 34-38. Rulli dà respiro con un canestro dalla lunga e Baldelli con due liberi sigilla il 39-45 su cui si conclude il terzo parziale. L’ultimo quarto è tutto da vivere: Grigoleit e Conte sono letteralmente scatenate e trascinano le padrone di casa con un break di 13-2, 52-47 e inerzia che si sposta completamente nelle mani di Moncalieri. Entra anche Balossi per mettere un po’ di ordine in attacco, ma la B&P Autoricambi Costa Masnaga fa una fatica enorme a trovare qualche punto in attacco. Grigoleit è una spinta nel fianco nella difesa ospite e firma il +7, 56-49 al 5′ e Picotti finisce fuori per cinque falli. È proprio qui, però, che le pantere non si disuniscono, ma trovano due triple che valgono oro colato da Rulli e capitan Longoni (in transizione), 56-55 a 4′ dalla fine. Cordola e Landi ricacciano indietro di cinque lunghezze Basket Costa e, proprio quando il match sembra essere definitivamente indirizzato verso Moncalieri, arriva il sussulto di orgoglio delle pantere. Grinta e cuore guidano la rimonta: prima Vente dalla lunetta e poi Rulli, sempre ai liberi, accorciano fino al -2, 60-58 a 1’45” dal termine. La Akronos perde completamente la bussola in attacco e non riesce a capitalizzare i vari rimbalzi offensivi concessi da Basket Costa. Così, ci pensa capitan Longoni, dopo uno splendido rimbalzo offensivo di un’onnipresente Sofia Frustaci, a siglare la tripla che vale il sorpasso, 60-61. Moncalieri subisce la botta mentale e non riesce più a trovare la via del canestro: la difesa delle pantere costringe la Akronos ad un’infrazione di 24″ e ad una persa che, insieme ai liberi di una Baldelli glaciale dalla lunetta, valgono due, importantissimi punti. Finisce 60-65!

Le interviste

Ecco le dichiarazioni al termine del match di coach Pirola. Un carattere e un cuore che compensano qualche black-out di troppo tra il terzo e metà dell’ultimo quarto: quando sembrava quasi scappata dalle mani, l’avete ripresa non mollando e rimanendo sul pezzo. “C’è stato un moto d’orgoglio, in difesa, alimentato anche dal fatto di fare canestro: nel finale quelle fiammate sono decisive“.

Sei d’accordo che nella fase centrale del secondo quarto, quando si sarebbe potuto allungare, le ragazze hanno perso qualche pallone di troppo e lì, forse, si poteva costruire un vantaggio ancora più importante da gestire poi nel secondo tempo. “Sì, avremmo potuto fare 5-6 punti in più. Ma non credo che avremmo potuto gestire, perché Moncalieri ha buttato un’energia enorme in campo“.

Fino alla fine avete avuto problemi a rimbalzo, complici i falli e l’assenza anche di Angelica, ma quando contava, alla fine, la difesa ha contenuto. Di cosa sei soddisfatto e cosa invece vuoi migliorare? “Moncalieri è la squadra che prende più rimbalzi offensivi di tutta la A2, anche se noi potevamo comunque fare meglio. Alla fine quella reazione d’orgoglio ci ha permesso di uscire finalmente con la palla in mano. Sono soddisfatto di quella reazione e anche di alcune cose in attacco, ma voglio migliorare la difesa, uomo e zona“.

Vincere su questo campo, in questo modo, può dare una bella iniezione di fiducia, anche alle giovani. Stasera Frustaci, Balossi, Spinelli e Discacciati si sono fatte trovare più che pronte. “Tutte e 4 le under hanno alternato buoni momenti a passaggi a vuoto: a questo livello ci sta, ma come ripeto da settimane vedo una crescita individuale e nella sintonia con il gioco“.

Questa squadra dà l’impressione di avere tutte le potenzialità e le carte in regola per riuscire a fare ancora uno step a livello mentale: parlavamo di coraggio e personalità, come giudichi la partita delle ragazze da questo punto di vista? “Sono contento a metà:dobbiamo riuscire a reagire più prontamente“.

Ecco le parole del direttore generale Bicio Ranieri: “Dopo un buon inizio, siamo andate in difficoltà nel terzo e nell’ultimo quarto: non riuscivamo a difendere e a leggere i mismatch e siamo andate in bambola completamente. Difensivamente loro hanno trovato un sistema e ci hanno fatto male a livello dinamico e in velocità, mentre in attacco non riuscivamo a tenerle né a zona né a uomo. Quando sembrava tutto volgere per il peggio, due triple di Rulli e Longoni ci hanno ridato sostanza e poi abbiamo avuto quel moto di orgoglio decisivo nel finale. Nonostante i tanti rimbalzi offensivi, la difesa ha contenuto bene nelle ultime azioni: una vittoria così ci voleva!“.

Tabellino

Akronos Moncalieri – B&P Autoricambi Costa Masnaga 60-65 (13-18; 18-31; 39-45)

B&P Autoricambi Costa Masnaga: Rulli 17 (3/7, 3/6); Balossi (0/2); Baldelli 12 (1/4, 1/6); Picotti 5 (1/6, 1/3); Vente 6 (2/5); Discacciati 8 (1/2, 2/2); Frustaci 4 (2/2); Spinelli 4 (2/5, 0/1); Tibè ne, Longoni 9 (0/1, 3/5). All: Pirola.

Rimbalzi: 39 (12 off + 27 dif) – Rulli 8, Frustaci e Spinelli 7

Assist: 13 – Baldelli 6

Akronos Moncalieri: Cordola 16 (8/12); Conte 8 (1/7, 1/10); Landi 12 (4/6, 0/2); Berrad 1 (0/2 0/1); Grigoleit 16 (5/13, 2/3); Diotti, Domizi (0/3); Katshitshi 4 (1/4, 0/1); Giangrasso (0/1, 0/1); Bosco, Isoardi, Hernandez 3 (1/1). All: Terzolo.

Rimbalzi: 40 (15 off + 25 dif) – Cordola 10, Grigoleit 8

Assist: 16 – Landi 6

WhatsApp +39 3662141376

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni per i cookie di terze parti leggi l'informativa completa. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi