Lecco, 28 gennaio.  Presenti il sindaco Virginio Brivio e gli assessori Corrado Valsecchi e Lorenzo Goretti, si è inaugurata sabato mattina – 26 gennaio – in municipio a Lecco la mostra “La vita per l’opera di un Altro”, promossa da Avsi Point Lecco a sostegno della Campagna Tende 2018/2019 di Avsi e organizzata in collaborazione con il Comune di Lecco grazie anche al sostegno dell’assessore alla Cultura Simona Piazza. La mostra racconta della storia delle Suore di Carità dell’Assunzione e della loro opera di oggi nelle periferie delle città di Milano, Roma, Napoli, Torino, Trieste e Madrid, a fianco delle famiglie più deboli e in particolare dei bambini e dei ragazzi in età scolare.

La prima visita guidata è stata curata da suor Fulvia Ferrante, mente ed anima della cooperativa Martinengo e della Casa di Sam da anni operanti nella zona di piazzale Corvetto, a Milano. La mattina è proseguita con un incontro pubblico a Palazzo Falck, dove suor Fulvia ha voluto rimarcare il particolare approccio alle situazioni più difficili, affrontate con uno sguardo di stima e di apertura ad ogni persona incontrata, con lo scopo principale di far riscoprire e rifiorire l’umanità di ciascuno. Un’esperienza forte della vocazione missionaria delle Suorine e del loro incontro – avvenuto fin dal 1958 – con il carisma di don Luigi Giussani e successivamente con la Fraternità di Comunione e Liberazione.

Con suor Fulvia ha interloquito il sindaco Brivio, che ha rimarcato come la coscienza del fare il bene e il suo renderne ragione sia oggi più che mai indispensabile anche in una città come Lecco, dove pure operano moltissime realtà solidaristiche ed assistenziali – oltre ai servizi sociali pubblici – ma dove pure si fatica a far emergere un quadro d’insieme, collaborativo ed aperto, per una migliore qualità della vita. In chiusura l’intervento di Giorgio Capitanio, di Fondazione Avsi, che ha sottolineato l’importanza della Campagna Tende “Sotto lo stesso cielo. Osiamo la solidarietà attraverso i confini”, e della raccolta di fondi per finanziare i vari progetti in Siria, Venezuela e Burundi, a cominciare da quelli che le maggiori agenzie di solidarietà internazionale snobbano o ritengono di difficile attuazione. Eppure, ha rimarcato Capitanio, anche la piccola goccia può iniziare a cambiare il mondo, quando la singola persona venga rimessa in movimento dalla nostra condivisione del suo bisogno. Così come accade per il progetto “Casa allargata” delle Suore di Carità dell’Assunzione che Avsi quest’anno sostiene.

La mostra “La vita per l’opera di un Altro” resterà aperta al pubblico – primo piano del Municipio in piazza Diaz 1 – sino a sabato 2 febbraio.

Gli orari di apertura sono: ore 9-17.30; il sabato 9-12.

Le visite guidate tutti i giorni di apertura inizieranno alle 11 e alle 15, oppure su richiesta (info: assunta.anghileri@virgilio.it).