Sport

SCUDERIA ABS SPORT: UN ANNO DA INCORNICIARE

Scuderia Abs Sport, un anno da incorniciare

Da questa settimana, spazio ai motori. Leccofm apre una finestra per tutti gli appassionati delle due e delle quattro ruote. A tenerci aggiornati, Gianluigi Castelnovo e Oscar Malugani .

Lecco, 25 gennaio. La stagione 2019 inizierà presto con la partecipazione al Rally di Montecarlo, prima gara del mondiale che vedrà la Scuderia Abs Sport presente con due equipaggi, con alla guida il lecchese Marco Paccagnella e il ballabiese Andrea Coti Zelati. Prima di accendere i motori è però il momento di fare un bilancio della scorsa stagione con il diesse Ivano Tagliabue che, quando può, non disdegna anch’egli di mettersi alla prova nei rally.

È stato un anno molto ricco di impegni e anche di soddisfazioni – afferma Tagliabue -. I numeri sono lì a testimoniarlo. Abbiamo preso parte a 54 gare tra rally e pista, in Italia e in Europa, complessivamente abbiamo avuto circa trecento iscrizioni alle varie competizioni, numeri che per noi sono motivo di grande soddisfazione. Abbiamo conquistato due titoli italiani con Giancarlo Junior Maroni e con Loris Papa. Il primo è stato una sorpresa anche per noi, soprattutto per il dominio mostrato dal pilota valsassinese nell’Italiano Formula Challenge con la sua Osella – Suzuki, l’altro una conferma di Loris nell’Italiano velocità Autostoriche nella classe 1100 con la sua Fiat 128, al suo quinto titolo di categoria. Pur con poche uscite, Daniele Bisacca e Luciano Piazza hanno conquistato la Coppa Italia Rally di zona nella classe Prod. E5. Se poi andiamo nelle singole gare, ci sono da registrare altri risultati significativi, come i successi nelle gare in salita colti ancora da Maroni, i prestigiosi podi assoluti conquistati da Marco Paccagnella nel rally di Milano e nella Ronde Città dei Mille, con il presidente della scuderia Beniamino Bianco a fianco nella prima occasione e Maurizio Vitali nella ronde bergamasca. Negli Slalom c’è da segnalare Paolo Milani, mentre nei rally la lista dei podi è davvero lunga, sommandoli tutti superiamo i cinquanta piazzamenti tra i primi tre”.

Una menzione, comunque, se la meritano tutti gli equipaggi andati a podio tra rally e pista: Alessandro Pedrini – Lena Tarzia (Renaul Clio R3C), Gianluigi Pittano – Cristina Caruso (Citroen C2 R2B), Rocco Bertucci – Fabio Terraneo (Renault Clio R3C), Ivano Tagliabue – Fabio Corti (Peugeot 106 Prod S2), Roberto Saldarini – Antonella Gela (Peugeot 106 Prod E6), Mattia Nava – Giovanni Frigerio (Citroen Saxo Prod E6), Roberto Brambilla – Stefania Radaelli (Peugeot 106 Prod E5), Sergio Brambilla – Maria Rosa Brambilla (Peugeot 106 Prod E5),

Walter Sanvito – Giulia Muffatti (Renault Clio Williams Prod E7), Marco Albrigoni – Massimo Paganelli (Renaul Clio Prod S3), Rosario Ianello – Chiara Brambilla (Peugeot 106 Prod S2), Paolo Semeraro – Lucia Curti (Mini Cooper RSTB), Tommaso Hassler Paleari – Paolo Garavaglia (Mini Cooper RSTB),

Chiara Brambilla – Aldo Brambilla (Citroen Saxo Prod E6), Max Bonizzoni – Valerio Rossini Peugeot 205 Prod E5), Nicolaj Ciofolo – Matteo Sala (Mini Cooper RSTB), Andrea Coti Zelati – Elena Revello (Citroen DS3 R3T), Gabriele De Rui – Roberto De Rui (Ford Escort), Fabio Terraneo – Davide Bozzo (Citroen C2).

Nel corso del 2018 abbiamo anche fatto esordire nei rally quattro nuovi licenziati, altro aspetto su cui puntiamo molto – prosegue Tagliabue -. Il primo è stato il malgratese Dario Capiaghi, che con l’amico civatese Giorgio Invernizzi ha preso parte e concluso con soddisfazione tre rally. Altro esordiente il giovane Eugenio Razzari, affiancato dall’esperto Giuseppe Tabacco, ha esordito al rally del Sebino, piazzandosi nella classe più numeroso all’ottavo posto. Un altro giovane, figlio d’arte, Matteo Baraggia ha invece esordito nella specialità Legend Car, piazzandosi nella top ten. Poi, sotto la guida di Marco Paccagnella, a fine stagione c’è stato l’esordio nei rally del giovane kartista Gabriele Masciadri, con un bel quarto posto di classe a Monza nel Vedovati Rally Circuit sulla Mini Cooper RSTB Plus. In questo contesto c’è poi da segnalare anche l’esordio come pilotessa di Chiara Brambilla, affiancata dal papà Aldo sempre a Monza nel Rally Circuit”.

Il 2018 è stato anche un anno intenso e ricco di soddisfazioni per il presidente Beniamino Bianco, con una ventina di rally disputati da co-pilota, spaziando dalle vetture Wrc alla classe Prod E6, a fianco di una nutrita schiera di piloti, tra i quali Paccagnella e Giuseppe Testa. E per il 2019 l’infaticabile e appassionatissimo presidente della Scuderia Abs Sport ha già messo in cantiere test con il giovanissimo figlio Marco per un prossimo esordio nel rally. Come dire: la storia continua.

WhatsApp +39 3662141376

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni per i cookie di terze parti leggi l'informativa completa. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi