Lecco-Lierna, 25 gennaio. Guardando le scritte sui pannelli a messaggio variabile sembrerebbe che le piazzole di sosta sulla Statale 36 siano perfettamente monitorate, ma guardando l’immondizia che cresce ogni giorno a dismisura, sembra proprio che queste telecamere non funzionino. Questo è il parere di chi vi transita ogni giorno, indignato per quanta sporcizia venga lasciata giorno e notte nelle aree di servizio di questo tratto di strada molto trafficato. Mai come in queste ultime settimane le piazzole sembrano una “terra di nessuno”, invece ci troviamo in Lombardia, in provincia di Lecco sulla statale che porta verso la Valtellina, patria del turismo.

Statale 36 immagini immondizia nelle piazzole
Si possono perciò avanzare dubbi sul funzionamento delle telecamere di video sorveglianza, perché purtroppo sembra che nessuno venga sanzionato.
Dopo un’accurata pulizia di qualche anno fa che costò circa 80 milioni, e messi i dissuasori come messaggi sui pannelli, sia nel tratto da nord verso sud, e viceversa, per alcuni mesi non si erano più visti cumuli di immondizia. Oggi, invece, nelle aree di sosta sulla SS/36 si trova di tutto.
Le telecamere piazzate specialmente nelle due aree più grandi e importanti, che si trovano nei comuni di Mandello e Lierna avranno registrato qualcosa dei movimenti strani di scarico, o dei numeri di targa. Per quale motivo non si sono sanzionati i responsabili di questa vergogna?