Costa Masnaga, 20 gennaio. Arriva la seconda sconfitta in casa per la B&P Autoricambi Costa Masnaga, che si deve arrendere di fronte alla Parking Graf Crema dopo una partita veramente emozionante e combattuta, ricca di colpi di scena. Un grande primo tempo di Baldelli e compagne non è sufficiente (37-23 al 20’) per avere la meglio sulle ospiti che, guidate da una Caccialanza formato extralusso (14 punti in 19’ e 4/6 da tre), completano la rimonta nel terzo parziale e poi fuggono sul +8 nell’ultimo quarto. A 3’ dalla fine il match sembrava chiuso, ma un ultimo colpo di reni delle pantere stava per rimettere tutto in gioco: sul -2, 67-69, Basket Costa non riesce ad impattare e Crema chiude il match dalla lunetta.

La cronaca

Pubblico delle grandi occasioni a Costa Masnaga, per un match che si prospetta intenso ed emozionante fino alla fine. Basket Costa scende in campo con un quintetto già visto diverse volte in stagione, con Baldelli, Longoni, Rulli, Picotti e Vente; Crema, invece, risponde con Rizzi, Melchiori, Parmesani, Blazevic e Nori. L’inizio è tutto di marca cremonese, con le ospiti che trovano lo 0-4 con Melchiori e Blazevic, sfruttando anche i tanti rimbalzi offensivi concessi da Basket Costa. Le pantere, però, dopo 3’ di astinenza, trovano finalmente la via del canestro con un gioco da tre punti di Vente. Le difficoltà iniziali contro la zona di Crema scompaiono ed è Baldelli, dalla lunetta, a siglare il primo vantaggio, 7-6 al 6’. La palla gira più velocemente e Spinelli trova liberissima Longoni dall’arco: solo retina e Basket Costa, insieme a due liberi della stessa Martina, aumenta ancora il divario doppiando le ospiti, 12-6 al 7’. Melchiori cattura un buon rimbalzo offensivo che converte in due punti, Balossi fa 1/2 dalla lunetta ed è Caccialanza a limitare lo svantaggio: 13-10 al 10’. Il secondo quarto è tutto marchiato pantere: due spendide azioni corali portano a due punti di Tibè (assist di Picotti) e di Balossi (assist di Baldelli) e anche l’equilibrio comincia a spaccarsi, 17-10 al 12’. L’attacco della B&P Autoricambi fa viaggiare la palla benissimo e trova soluzioni sempre efficaci: un jumper di Balossi sommato ad un bel canestro in avvitamento di Rulli consegnano il +8, 21-13.Crema fa una gran fatica in attacco e trova punti solo dalla lunetta: la seconda tripla di Longoni vale il +9, 26-17. Crema è già in bonus e Baldelli è glaciale dalla linea della carità (9/9 ai liberi), 30-19. Il vantaggio cresce con Rulli protagonista prima in difesa, bella stoppata su Cerri, e poi in attacco, ben servita da Baldelli. Crema trova un buon canestro dalla media con Grassia, ma non riesce a segnare con continuità e allora Basket Costa piazza un’altra, importante, zampata: Vente è precisa dalla lunetta e Baldelli segna subendo fallo, facendo esplodere il palazzetto. Al 20’, le pantere sono avanti 37-23.

Il terzo quarto si apre con un copione totalmente diverso, ma è soprattutto Crema ad entrare in campo con un piglio differente. Caccialanza da tre e Melchiori da due riducono subito lo svantaggio sotto la doppia cifra. Vente segna da sotto e, con un bel canestro di Rulli, Basket Costa si riporta a +12, 42-30. Rizzi segna prima della tripla di Longoni, ma poi si scatena l’attacco cremonese. Il parziale è di quelli che fanno male, 17-4, con ritmi altissimi e tanti canestri in transizione. Entra anche Frustaci, che recupera un buon pallone e subisce fallo, ma Cerri segna il primo e unico canestro della sua partita proprio allo scadere del quarto, dopo un rimbalzo offensivo: si entra nell’ultimo parziale, quindi, in perfetta parità, 49-49. La partita era salita di tono e intensità già nel terzo quarto, dove Tibè è stata costretta ad abbandonare il match dopo un contatto a rimbalzo, ricadendo male a terra, ma nell’ultimo quarto la sfida è ancora più combattuta. Melchiori inaugura subito l’ultimo parziale con un canestro da due punti, a cui risponde immediatamente capitan Longoni dalla lunga distanza, 52-51. Crema corre in transizione e sembra andare a mille all’ora, trovando fiducia ad ogni azione, mentre alle pantere succede esattamente il contrario. Quando Crema volta sul +7, 52-59 inizia, infatti, a serpeggiare un po’ di nervosismo, ma è Baldelli che prova a riportare sotto Basket Costa con una tripla, 55-59 al 34’. Le due squadre si rispondono colpo su colpo: Rulli segna il canestro del -4. 57-61, ma due punti di Parmesani e un antisportivo fischiato a Picotti lanciano ancora una volta le ospiti, 57-65. Rulli prova a ridare ossigeno alle padrone di casa, ma è ancora Caccialanza a punire dalla lunga, 60-68 a 2’53” dal termine. Le pantere provano a gettare il cuore oltre l’ostacolo: Vente segna quattro punti in fila e Crema trova solo un punto con Nori dalla lunetta, 64-69 a 1’48” dalla fine. La lettone di Basket Costa viene servita bene dalle compagne sotto canestro e completa un gioco da tre punti per il -2, 67-69, che fa infiammare ancora di più il palazzetto. L’atmosfera è rovente: Longoni recupera palla e le pantere hanno ben due chance per pareggiare, ma in entrambi i casi non riescono a trovare la via del canestro. Le ospiti ringraziano e, dalla lunetta con Rizzi e Nori, chiudono i conti; negli ultimi secondi coach Pirola tenta anche la carta Discacciati, ma ormai c’è poco da fare: finisce 69-72 per la Parking Graf Crema.

 

Tabellino

B&P Autoricambi Costa Masnaga – Parking Graf Crema 69-72 (13-10; 37-23; 49-49)

B&P Autoricambi Costa Masnaga: Discacciati, Colognesi ne, Longoni 12 (0/2, 4/10), Frustaci (0/1), Rulli 13 (5/10, 1/3), Balossi 5 (2/3), Baldelli 14 (1/5, 1/2), Spinelli 2 (0/2, 0/1), Picotti 1 (0/2, 0/3), Tibè 2 (1/3), Vente 20 (7/14). All: Pirola.

Parking Graf Crema: Melchiori 11 (4/7, 1/2), Nori 12 (2/12), Capoferri 3 (1/1), Iuliano, Blazevic 6 (2/2, 0/2), Caccialanza 14 (1/4, 4/6), Parmesani Franc. 11 (4/9, 0/4), Cerri 2 (1/5), Grassia 2 (1/2), Parmesani Fed. Ne, Rizzi 11 (2/6, 1/1). All: Sguaizer.

Rimbalzi

Basket Costa 44 (17 off + 24 dif) – Rulli 11, Vente 9, Picotti 6

Crema 41 (16 off + 25 dif) – Blazevic 6, Rizzi, Nori e Parmesani 5

Assist

Basket Costa 20 – Baldelli 7, Picotti 5

Crema 15 – Melchiori 5, Capoferri 3