Lecco,20 gennaio. Una Gimar da urlo piega la capolista Cesena al Bione: 70-66 il risultato finale dopo 40′ di battaglia sul parquet. Sugli scudi gli under Chinellato (14 punti) e Rattalino (10 punti), in doppia cifra entrambi con 12 punti Teghini e Di Prampero, Mvp capitan Cacace con la doppia-doppia da 15 punti e 10 rimbalzi. Ma, in generale, è stato il collettivo a fare una partita di sacrificio soprattutto in difesa, costringendo Cesena a forzare e a prendere tiri difficili. Una vittoria che dà una grossa iniezione di fiducia in vista del trittico di settimana prossima (a Bernareggio sabato 26, in casa contro Urania Milano mercoledì 30 e a Lugo sabato 2 febbraio) e che permette ai ragazzi di rimanere agganciati al lunghissimo treno playoff.

L’avvio è subito equilibrato, sorpassi e contro sorpassi si susseguono: Dagnello, Di Prampero e Battisti si scaldano subito dall’arco. E’ Rattalino a segnare il canestro del 12-11 alla metà esatta del primo periodo. Cacace e Chinellato allungano sul +7, ma è il neo cesenate Frassineti a smorzare gli entusiasmi blucelesti con un missile da posizione siderale: 20-16 al 10′. Nel secondo periodo Cesena parte forte: l’ex Dagnello, Brkic e Sacchettini (4 punti) compiono la rimonta con un secco 8-0 di parziale. I Tigers conducono con distacchi che vanno dai 4 ai 6 punti, fino a quando Brunetti dall’angolo manda in buca la bomba del -11 (27-28 al 7′). Negli ultimi 3′ della seconda frazione si segna pochissimo e gli ospiti vanno al riposo lungo sopra di un solo punto: 29-30.

Il terzo periodo si apre con la schiacciata di Rattalino e la tripla di Teghini che danno fiducia agli uomini di Paternoster. Si lotta sul parquet senza che nessuna delle due squadre riesca a prendere il largo: alla bomba di Di Prampero risponde subito Ferraro (39-39). Cesena mette la freccia con Sacchettini subito dopo, ma Lecco c’è e torna a +6 grazie a Cacace e Teghini (4 punti). I romagnoli provano in tutti i modi a riavvicinarsi ma i ragazzi sono bravi a concedere pochi spazi: al 30′ il tabellone del Bione dice 49-45. Nel quarto periodo Lecco resta avanti per 10′ e non vacilla nemmeno quando Dagnello infila la tripla del 51-50. A metà periodo i ragazzi conducono di 6 lunghezze e 1′ più tardi la bomba di Chinellato dall’angolo vale il +9 (59-50). Il primo scossone alla partita, però, arriva a 2’30” dalla fine, quando Cacace segna e subisce fallo: +12 e gara quasi in cassaforte. Cesena prova a rimanere attaccata alla partita, ma la tripla di De Fabritiis arriva troppo tardi (65-59 a 1’20”). Caceres chiude i conti poco dopo, mente Di Prampero mette il punto esclamativo al match: finisce 70-66.