Lecco, 15 gennaio. Il professor Gabriele Ghisellini, astronomo dell’osservatorio di Merate e ospite abituale di palazzo Belgiojoso, torna a Lecco come relatore della conferenza di venerdì 18 gennaio, al Planetario. Alle 21, la sala conferenze sarà catapultata tra le luci del Big Bang, una parola familiare a tutti, ma un concetto che molto spesso sfugge. Il tema dell’origine del  nostro universo sarà dunque al centro della serata.

“Come può essere nato il tutto dal nulla? Ma era veramente un nulla? Sono due tra le domande più spontanee, ataviche verrebbe da dire. E’ che sul Big Bang c’è un po’ di confusione nell’immaginario popolare. Uno dei concetti che sfugge spesso, per esempio, è che non si è trattato di un’esplosione che ha scagliato pezzi di materia in un immenso spazio vuoto, ma dell’inizio dello spazio, del tempo e della materia, in realtà apparsa una frazione di secondo dopo. Miliardi di anni di evoluzione dell’universo e il suo destino si sono decisi in un istante così breve che i nostri cronometri più precisi non riuscirebbero a rilevarlo. C’è di che smarrirsi in questo mare” – spiegano gli organizzatori.