Lecco, 14 gennaio. La Protezione civile del territorio lombardo ha emesso il codice rosso, che si è poi trasformato in codice arancione, per rischio incendio boschivo, dalle ore 18 di ieri, fino alle 18 di domani. L’avviso fa riferimento a diverse zone del nord Italia, tra cui quella lariana. Inoltre, vige tutt’ora il divieto di accensione di fuochi nei boschi o a distanza da questi inferiore a cento metri istituito il 2 gennaio, a causa dell’alto pericolo di incendio boschivo. Visto il divieto, per i trasgressori scatteranno le sanzioni previste dalla legge.

Inoltre, continua il rischio di forte vento. Dalla sera di oggi, è prevista una graduale attenuazione, dapprima sulla pianura, più tardi anche in montagna. Su gran parte della regione, ma in particolar modo sui settori occidentali, saranno possibili raffiche fino a 50‐70 km/h, localmente anche superiori, fino a 90 km/h in montagna e sui siti maggiormente esposti al vento da nord.

Il forte vento di oggi limita anche la cabinovia e gli impianti sciistici dei Piani di Bobbio e Valtorta resteranno chiusi per tutta la giornata di oggi, con riapertura regolare domani, 15 gennaio.