MALO – SALUMIFICIO RIVA MOLTENO 22 – 23 (p.t. 11 – 13) E’ finita con un goal di Samuele Riva a 5” dal termine una partita vietata alle coronarie deboli, che abbiamo rischiato prima di vincere senza eccessivi patemi, poi di pareggiare e infine addirittura di perdere. Una gara che abbiamo colpevolmente tenuta aperta in ragione della solita messe di errori dai 6 metri e di qualche imprecisione anche nella fase difensiva. Alla fine è comunque andata bene e per la prima volta abbiamo espugnato il campo di Malo, diretta concorrente per la qualificazione ai play-off. Il primo tempo, va detto, è stato nostro. Non una superiorità schiacciante, non una dimostrazione di forza come contro Vigasio, non una frazione indimenticabile. Piuttosto un continuo accelerare e frenare, allungare per poi farsi riprendere, un pericoloso gioco al ‘gatto col topo’: 2-4, 4-6, 5-8 e regolarmente i vicentini a riagguantare il pari. E’ mancato lo strappo deciso, quelle 4-5 lunghezze che ti permettono di impostare il gioco con tranquillità e nel contempo smorzano le velleità degli avversari. I quali, è altrettanto vero, hanno a loro volta peccato d’imprecisione e Alvaro Campo (rimasto tra i pali per tutti i 60’) si è in più occasioni superato di fronte alle conclusioni dei padroni di casa. Ottima prova la sua, così come buone quelle di Brambo, Gioele Mella, Jack Reda ed Esteban Alonso. Curioso il finale di tempo, con i nostri a siglare il nuovo doppio vantaggio (11-13) a una manciata di secondi dalla sirena ma con contestuale espulsione temporanea di Giacomo Redaelli, reo di non aver rispettato la distanza di 3 metri sull’inutile ripresa di gioco. Inizio di secondo tempo quindi in inferiorità numerica e puntuale recupero del Malo, ancora una volta attaccato ai nostri garretti. Al 12’ addirittura il sorpasso (16-15) seguito da un nostro nuovo allungo (16-18). Il finale al cardiopalma, complice anche un po’ di comprensibile stanchezza, era più che prevedibile, ma il vero colpo di scena doveva ancora arrivare. Puntata d’orgoglio dei nostri avversari che con tre reti consecutive si portavano sul 21-19 a 6’ dal termine, ma veemente e rabbioso ritorno dei ragazzi di coach Rodriguez sino al 22 pari, a un respiro dalla fine. La palla buona, come detto, è capitata a Samu Riva (uscito miracolosamente illeso dal tripudio finale) che ha infilato dall’ala il bravissimo Nicola Berengan, estremo difensore del Malo, anch’egli indiscusso protagonista della gara, fissando il punteggio finale sul 22-23 per noi. Dopo le amare sconfitte di misura con Cassano e Tirol questa volta a far festa sul classico filo di lana sono i nostri ragazzi. Tutto meritato! Ora anche la classifica torna a sorriderci. Siamo nel treno di testa, in piena lotta per i play-off (ricordiamo che il Medalp Tirol è fuori dai giochi) ma non dobbiamo fallire gli ultimi due appuntamenti del girone di andata: sabato prossimo in casa col Brixen prima della pausa natalizia e alla ripresa del campionato (12/01/19) in trasferta contro i padovani dell’Arcom-Hmt. Perdere punti sarebbe sanguinosissimo.

(Fonte: pagina fb società)