Attualità

lotta-all-evasione

NEL 2017 RECUPERATI IN LOMBARDIA 5 MILIONI DALL’EVASIONE FISCALE. MALE PERÒ LECCO

Lecco, 18 dicembre. Le somme spettanti quest’anno ai Comuni per la loro partecipazione all’attività di accertamento fiscale e contributivo per l’anno 2017 ammontano in Lombardia a 4,949 milioni di euro. La cifra è comunque in diminuzione di circa 256 mila euro rispetto al 2016, il 4.9% in meno. Questo dato emerge da un’elaborazione dei dati del Ministero dell’Interno a cura del Servizio Politiche Territoriali della Uil. 

Risale a una norma del 2010, la possibilità per i Comuni italiani di compartecipare al contrasto all’evasione fiscale e ai quali viene riconosciuto il 100% di quanto recuperato dei tributi nazionali (Irpef, Iva, Ires, ecc…).

Milano è la Città Metropolitana italiana che nel 2017 ha avuto il risultato migliore a livello nazionale con 1 milione e 309 mila euro circa recuperati; dato però in calo rispetto al 2016 di 439 mila euro.  

In Lombardia, sono stati 101 i Comuni (il 6.6%) ad aver attivato accertamenti per il contrasto all’evasione fiscale. 

Per quanto riguarda le città capoluogo di provincia, questa è la situazione del 2017:

Bergamo 505.448 euro (+ 127 mila euro rispetto al 2016), Brescia 96.616 euro ( – 24.386), Como 1.992 euro ( – 413 euro), Cremona 108.073 euro ( + 56.308 euro), Lodi 100 euro ( – 250 euro), Mantova 8.947 euro ( – 9.142 euro), Milano 1.308.977 euro ( – 439.089 euro), Monza 0 ( – 44.774 euro), Pavia 6.670 euro  (+ 2399 euro), Sondrio 0 ( – 725 euro), Varese 0 (0).

Questa invece la situazione nelle singole province nel 2017:

Bergamo 25 Comuni su 242 (il 10.6%), 4 in meno rispetto al 2016, hanno attivato le procedure per un totale di 1.286.322 euro recuperati (+ 78% rispetto al 2016)

Brescia 29 Comuni su 205 (14.1%), 1 in più rispetto al 2016, per un totale di 862.957 euro recuperati (- 27.3%)

Como 5 Comuni su 151 (3.3%), 3 in meno del 2016, recuperati 15.027 euro ( + 117.5%)

Cremona  5 Comuni su 115 (4.3%), 3 in meno del 2016, recuperati 160.568 euro (- 11.5%)

Lecco 1 Comune su 88 (1.1%), 3 in meno del 2016, recuperati 286 euro (- 85.6%)

Lodi 1 Comune su 61 (1.6%), uguale a 2016, recuperati 100 euro (- 71.4%)

Monza Brianza 3 Comuni su 55 (5.5%), 3 in meno del 2016, recuperati 36.117 euro ( – 66.2%)

Milano 18 Comuni su 134 (13.4%), 3 in meno del 2016, recuperati 2.462.011 euro ( – 10%)

Mantova 4 Comuni su 68 (5.9%), 4 in meno del 2016, recuperati 63.687 euro ( – 57.9%)

Pavia 6 Comuni su 188 (3.2%),  2 in più del 2016, recuperati 61.489 euro, (- 45.7%)

Sondrio 0 Comuni, 4 in meno del 2016, recuperato 0 

Varese 4 Comuni su 139 (2.9%), 1 in più del 2016, recuperati 932 euro (+ 286.7%) 

“La situazione in Lombardia è a macchia di leopardo, anche se si nota purtroppo, rispetto agli anni scorsi, una costante diminuzione del numero dei Comuni che compartecipano al contrasto all’evasione fiscale e di conseguenza diminuiscono le cifre recuperate – commenta Danilo Margaritella, segretario generale della Uil Milano Lombardia – la situazione è deludente, a parte qualche eccezione, perché i Comuni potrebbero fare molto nella lotta all’evasione fiscale e con i proventi diminuire ad esempio le tasse locali e ampliare i servizi ai cittadini, ma anche per una questione di equità e giustizia sociale. Certo non aiuta il condono che il Governo vuole varare e che vanificherebbe di fatto tutti gli sforzi di questi anni, anche dei Comuni, contro l’evasione e l’elusione fiscale”. 

Situazione lariana. La compartecipazione dei comuni delle Province di Como e Lecco al contrasto all’evasione fiscale e contributiva è deludente”. Lo afferma Salvatore Monteduro, segretario generale della Uil del Lario Lecco-Como”.

Complessivamente, sono stati recuperati solo € 15.026,77 in Provincia di Como e € 285,92 in quella di Lecco.

evasione fiscale 2016-2017 lecco

Focus Lecco. In provincia di Lecco, ha contribuito al contrasto all’evasione fiscale nell’anno 2017 solo il comune di Carenno su 85 totali (1,18%), mentre nel 2016 erano 5.

“Questa sterile lotta all’evasione fiscale da parte dei Comuni e conseguente mancate entrate nelle casse degli Enti Locali pesa sui Cittadini onesti, sui quali grava un’imposizione fiscale e costi dei servizi più alti (addizionale irpef, retta asilo nido ecc.). Tutti i Comuni – conclude – devono sentirsi impegnati nel contrasto all’evasione fiscale, gli ultimi dati parlano di 109 miliardi di euro di risorse sottratte alle finanze pubbliche, fondamentali per garantire una diminuzione della pressione fiscale che grava sul mondo del lavoro e pensionati e per garantire un’equità sociale”.

WhatsApp +39 3662141376

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni per i cookie di terze parti leggi l'informativa completa. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi