SESTRI LEVANTE – LECCO 2-1
Lisai (L) al 53′; Croci (SL) al 70′ e al 76′

Aria di mare molto amara per la Calcio Lecco che a Sestri Levante cade per la prima volta in stagione. Il risultato finale è di 2 a 1 per i liguri che ribaltano la situazione di momentaneo svantaggio grazie alla doppietta di Croci. Il Lecco paga le numerose assenze e l’infortunio capitato al giovane Corna, sostituito a inizio secondo tempo. Una sconfitta che brucia, ma che viene “addolcita” dal risultato della Sanremese, caduta per 0 a 1 sul suo campo contro l’Inveruno. I blucelesti guidano quindi sempre la classifica a +5 a due giornate dalla fine del girone di andata.

Complici le numerose assenze tra le fila blucelesti, Gaburro ridisegna l’11 titolare gettando nella mischia dal primo minuto Dragoni e Silvestro con Merli Sala a sostituire l’infortunato Carboni. I padroni di casa partono forte con Croci che all’11’ non riesce a direzionare un bellissimo pallone offerto da Pondaco. Due minuti più tardi ci prova Bagnato dal limite dell’area a impensierire un attento Safarikas che blocca in due tempi la sfera. Al 23’ si vede il Lecco con Lisai che inventa per Silvestro, ma il numero 24 in scivolata arriva troppo tardi per impattare in maniera corretta il pallone. Nonostante le belle condizioni del campo in sintetico, i blucelesti faticano a macinare gioco, anche se a due minuti dall’intervallo creano l’occasione più ghiotta del primo tempo. Pedrocchi recupera palla ai 20 metri servendo Lisai che si ritrova a tu per tu con Adornato. L’ala sarda di prima intenzione carica la botta che si spegne alta sopra la traversa con il parziale che rimane bloccato sullo 0 a 0.

La ripresa è scoppiettante e al Lecco bastano 8 minuti per trovare il vantaggio, con colui che più si era avvicinato nel primo tempo, ovvero Giancarlo Lisai. Pedrocchi inventa un lancio di 40 metri per il sardo, che scarta il portiere Adornato e insacca nella porta sguarnita il gol del momentaneo vantaggio. I padroni di casa non ci stanno e poco dopo colpiscono il palo con Cuneo. Il Lecco prova ad approfittare dei numerosi spazi che i liguri concedono, ma sia Lella che Dragoni non riescono a finalizzare. Il Sestri Levante prende coraggio e affonda trovando il gol del pareggio al 70’ con Croci che in spaccata supera Safarikas. I blucelesti sembrano accusare il colpo, mentre i rossoblu alzano il ritmo. Al 76’ è ancora Croci ad approfittare di un disimpegno bluceleste errato e firmare così la doppietta personale. Nel finale gli uomini di Gaburro provano un disperato arrembaggio, avendo con Segato l’occasione più limpida per pareggiare nei minuti di recupero. Lo sforzo non porta a nulla e il Sestri Levante è la prima squadra del Girone A a sconfiggere il Lecco.

Marco Gaburro cerca di analizzare la prima sconfitta stagionale: «La partita sembrava essersi indirizzata nel binario giusto e anche l’inserimento di Di Bella al posto dell’infortunato Corna non sembrava essere un problema. Poi il Sestri ha iniziato a puntarlo e fisicamente ha sofferto, ma non abbiamo pagato per questo. Sicuramente noi non abbiamo chiuso la partita quando dovevamo e anche a centrocampo abbiamo avuto dei problemi, pagando la loro gamba rispetto al confronto con noi. Così facendo abbiamo aperto la difesa ai loro attacchi. Purtroppo era una partita dove si poteva tornare a casa con un punto ma non ci siamo riusciti e il merito va dato anche agli avversari.
Davanti siamo mancati un po’ in qualità e in un campo bello come questo ci è mancato proprio il colpo finale, dando i giusti meriti anche al loro portiere che ha salvato il risultato più di una volta. Se avessimo perso per a 1 0 ci sarebbe stato meno rammarico, ma questo non ci ridimensiona, anzi».

L’autore del momentaneo vantaggio Giancarlo Lisai non si capacita di quanto accaduto: «Non so cosa sia successo, forse un calo di concentrazione, pensavamo di gestirla bene e invece abbiamo sofferto. Non abbiamo avuto forse la cattiveria di chiuderla e abbiamo abbassato la tensione, ma non so spiegarmi come sia potuto succedere perché loro ci hanno colpito senza troppi sforzi. Assenze? Non vuol dire niente, siamo costruiti per fare sempre bene e quindi dobbiamo sopperire a qualsiasi cosa. Analizzeremo cosa è stato, anche se fisicamente non siamo al 100%, ma non può essere una scusante».

Tommaso Lella prova a spiegare cosa è mancato oggi al Lecco: «Una partita abbastanza strana, a ritmi alti, ma non siamo riusciti a tenere molto la palla come facciamo di solito in casa. Quando andiamo in vantaggio di solito non concediamo nulla e invece abbiamo avuto qualche distrazione di troppo, a partire dal palo subito. Poi sul pareggio abbiamo cercato di andare a vincerla perché mentalmente siamo così e abbiamo avuto troppa frenesia nelle giocate. C’è stata anche un po’ di sfortuna in un paio di miei occasione, ma non cerco alibi, rimango comunque soddisfatto della mia prestazione quest’oggi anche se dispiace più per la sconfitta».

TABELLINO

SESTRI LEVANTE (4-3-3): Adornato, Serra Sanchez (Righetti G.), Bergamino, Pane, Molinari, Bagnato (Cusato dal 71′), Melli, Righetti M., Croci (Gargano dall’86’), Fasce (Cuneo dal 46’), Pondaco (Carnicelli dal 21’). A disposizione:Confortini, Bonci, Revello, Cardella. Allenatore: Costanzo Celestini.

LECCO (4-3-3): Safarikas; Magonara, Malgrati, Merli Sala, Corna (Di Bella dal 49’); Pedrocchi, Dragoni (Draghetti dall’80’), Segato; Silvestro (Ba dal 62’), Lisai (Moleri dal 77′), Lella. A disposizione: Belladonna, Poletto, Meneghetti, Caraffa, Calloni. Allenatore: Marco Gaburro.

Ammoniti: Bergamino, Righetti M. per il Sestri Levante; Pedrocchi, Malgrati per il Lecco.
Espulsi: Nessuno.

Arbitro: SIg. Eugenio Scarpa (Collegno)
Assistenti: Sig. Lorenzo Giuggioli (Grosseto) – Sig. Marco Toce (Firenze)