Lecco, 10 dicembre. È scattata sabato 8 dicembre, in occasione della festa dell’Immacolata, la stagione sciistica sulle Orobie. Le piste della nota località sciistica lombarda dei Piani di Bobbio ha garantito agli sciatori di disporre dei suoi tracciati, grazie all’innevamento programmato in corso da una settimana.
piani-di-bobbio-per-il-ponte-si-scia-una-pista-innevata-a-colpi-di-ca_7f477968-bcb7-11e6-89e4-03dfe53dd80e_512_512_new_square_large
Anche a Lizzola i cannoni entreranno in funzione a breve, ma tutto dipenderà dalle temperature. A Colere si è già iniziato con la neve programmata, ma anche in questo caso si attende che faccia più freddo.

Ai Piani di Bobbio-Valtorta, pur aspettando ancora le preziose nevicate, e nonostante un novembre da temperature record – verso l’alto, il freddo giunto negli ultimi giorni ha permesso di avviare i cannoni per la neve artificiale. In questo modo, da sabato 8 dicembre gli amanti dello sci sono tornati a praticare il loro sport anche in Valsassina. A Bobbio le strisce di neve hanno tagliato i prati brulli, ma le piste, aperte per l’occasione in 8 sulle 15 disponibili per un totale di 15 km sui 35 disponibili a pieno regime.

ITB, società che gestisce il comprensorio sciistico, ha attivato anche il bus della neve da Milano per collegare i monti alla metropoli sia sabato che domenica.
Il sabato dell’Immacolata, ha aperto anche la funivia per i Piani di Artavaggio. Le previsioni meteo ottime sabato e con qualche nuvola a punteggiare il cielo blu di domenica, hanno concretizzato le speranze degli operatori del settore che, anche senza la neve, hanno iniziato con moltissima gente in altopiano la stagione invernale.

elisoccorso

L’unica nota stonata del ponte dell’Immacolata è ‘suonata’ intorno alle 13.30 domenica 9, quando un uomo ha accusato un malore mentre si trovava ai Piani di Bobbio. In un primo momento si è pensato potesse trattarsi di qualcosa di grave perciò, per prestare soccorso al 59enne, è giunto l’elisoccorso che si è alzato in volo da Sondrio. L’equipe medica, una volta sul posto, ha appurato che non si trattava di nulla di grave e l’uomo non era in pericolo di vita. E’ stato comunque trasportato in elicottero al pronto soccorso dell’ospedale di Lecco per tutti gli accertamenti del caso.