Attualità

PROBLEMA DI SICUREZZA SULLA PROVINCIALE 72, RACCOLTE LE FIRME

Lecco, 3 dicembre. Torna di nuovo la richiesta per risolvere il problema sicurezza sulla provinciale 72, presente a Lierna, che Emilia Lamperti aveva già segnalato in passato. Le precedenti segnalazioni sono ora state ufficializzate da una richiesta effettuata a provincia, prefettura e comune di Lierna per sollecitare il posizionamento di dissuasori di velocità a effetto acustico, con il limite a 30 chilometri orari, segnalando adeguatamente anche gli attraversamenti pedonali.

I rallentatori a effetto acustico hanno lo scopo, come dice il termine, di attirare l’attenzione del conducente facendolo rallentare in prossimità di possibili punti di pericolo per chi viaggia all’interno del mezzo – ad esempio prima di curve pericolose e incroci – o per gli altri utenti della strada – nelle vicinanze di scuole, attraversamenti.
Ce ne sono di due tipi: le bande sonore e i “pettini” sonori. Questi sistemi hanno le stesse funzioni, ma sono sostanzialmente realizzati in modo opposto: per le prime si “incollano” delle strisce sul manto stradale, mentre i secondi si ottengono creando dei solchi nell’asfalto.

Questi dispositivi sono entrambi regolarmente previsti dal Codice della strada.

Qui di seguito, la richiesta della signora Lamperti.

 

Richiesta : sicurezza sulla SP72 territorio Lierna(Lc)

A
Prefetto
Liliana Baccari

Presidente Provincia Lecco
Claudio Usuelli

Giampietro Tentori
Delegato Viabilità Provincia Lecco

Edoardo Zucchi
Sindaco Lierna

Emilia Lamperti
B&B Le Ortensie
Via Roma 180, 23827 Lierna
Cell:348.2644190

In relazione alla mia attività ricettiva e alla mia residenza nel Comune di Lierna, vorrei sottolineare una situazione di pericolo che, nonostante le segnalazioni alle amministrazioni comunali che si sono succedute in questi anni, non è stata presa in considerazione.
La provinciale 72 attraversa per due km. Il Comune di Lierna e su questa lunghezza si affacciano due B&B, quasi tutti i negozi, abitazioni spesso con apertura della porta principale direttamente sulla strada, due spiagge frequentatissime e una piazzetta centrale con qualche parcheggio, un bar e una gelateria.
Gran parte degli abitanti utilizzano questa strada per andare al centro del paese per gli acquisti, per spostarsi a piedi, in biciletta e per recarsi alle spiagge,. Nessun marciapiede è mai stato realizzato a parte i 100 mt. prospicenti i negozi e nessuna protezione anche minima è stata prevista per i pedoni. Il turismo  ha incrementato le presenze e la grande insicurezza che si vive quotidianamente è segnalata da più voci e spesso mi sento chiedere come mai l’amministrazione comunale non ritiene importante affrontare il “problema sicurezza” dei cittadini.

Esiste una vaga indicazione del limite a 50km orari, poco visibile, qualche passaggio pedonale, spesso con le righe sbiadite. In autunno ed in inverno la principale strada di collegamento è buia in molti punti e la pericolosità aumenta, molte le curve in corrispondenza delle uscite sia delle spiagge che dalle piccole strade che si immettono sulla SP72.
E’ quindi gravissimo che questa situazione non sia mai stata presa in considerazione sia dalle varie amministrazioni che dalle “opposizioni”. Il transito dei veicoli è frequente, soprattutto negli week-end e nella bella stagione. Non è raro vedere sfrecciare moto e auto ad altissima velocità con conseguente pericolo per tutti.

La richiesta
1. Dissuasori della velocità
Secondo l’art.179 (art.42 Cod.Str.)
“Su tutte le strade per tutta la larghezza della carreggiata, si possono adottare sistemi di rallentamento della velocità costituiti da bande trasversali ad effetto ottico, acustico o vibratorio ottenibili con opportuni mezzi di segnalamento orizzontale o trattamento della superficie della pavimentazione”.

Posizionare bande trasversale ad effetto acustico e vibrato in prossimità delle curve di entrata ed uscita dal paese e che sono legate anche agli ingressi delle due spiagge. E’ incredibile come bambini, turisti e abitanti debbano rischiare ogni attraversamento con borse della spesa, passeggini, ombrelloni, sedie sdraio e altro evitando moto e macchine che non si fermano certo alla vista dei pedoni. ( allego foto) Come precisa il Dm 6792/2001 dovrebbero essere considerate strade urbane di quartiere le strade provinciali, statali o extraurbane secondarie che entrano nel centro urbano.
Allegate informazioni su qualità e fornitori di bande sonore.
I Comuni di Varenna e Mandello del Lario/ Abbadia Lariana ne hanno posizionate alcune.

2. Segnalazione attraversamenti pedonali
Realizzarne un numero importante in tutti  i punti  di maggior passaggio  e dotarli di illuminazione notturna con lampeggianti attivi ( safety cross) in modo che siano evidenti anche  di notte, in caso di maltempo, nebbie o altro.( vedi Comuni di Varenna, Mandello del Lario e Abbadia Lariana)e “marker occhi di gatto”
( vedi Olcio e Fiumelatte)

3. Limiti di velocità
Segnalare 30km orari in prossimità delle curve e subito dopo le bande trasversali ad effetto acustico dato che sono passaggi pedonali quasi in curva! E corrispondono agli ingressi delle due spiagge. Lo stesso limite dovrebbe essere apposto nell’area centrale del paese dove si svolge la maggior parte delle attività.

Emilia Lamperti

Lierna 30 novembre 2018

WhatsApp +39 3662141376

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni per i cookie di terze parti leggi l'informativa completa. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi