Lecco, 22 novembre. Le parrocchie della diocesi di Milano possono essere un valido alleato nel contrasto istituzionale e sociale alle infiltrazioni della ‘ndrangheta e in prevenzione dell’usura. Questo il tema del discorso che ha tenuto ieri Luciano Gualzetti, lecchese e direttore della Caritas Ambrosiana, al convegno organizzato da Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza, per la giornata nazionale di mobilitazione “Legalità, mi piace”.

“Sempre più spesso – ha ha sottolineato Gualzetti – nei centri di ascolto presenti nelle parrocchie ci capita di incontrare piccoli imprenditori e negozianti indebitanti con presunti amici che offrono inizialmente denaro per aiutarli magari a riscattare le casa svenduta all’asta e poi finiscono con il portare via loro l’attività. Dobbiamo arrivare prima che questo accada. Per questo da tempo abbiamo avviato con l’Università Cattolica un percorso di studio per comprendere le cause dell’indebitamento e aiutare i volontari e i sacerdoti a cogliere i primi segnali dell’inquinamento mafioso. Vogliamo fare ancora di più. Cosi come la malavita si organizza, anche noi dobbiamo organizzarci per contrastarla. Aiuteremo i parroci a conoscere quello che si può fare”.