Lecco, 2 novembre. Mercoledì 7 novembre, dalle 17 alle 19, la commissione Cultura dell’Ordine degli Architetti P.P.C. di Lecco organizza l’incontro “Jacopo Foggini, tra arte e design. L’architettura è il gioco sapiente, rigoroso e magnifico dei volumi sotto la luce”, parte del ciclo dal titolo “Arte non arte”. Moderatori delle due ore dedicate a Foggini saranno l’architetto Giulia Torregrossa e l’architetto Pamela Maggi.

Jacopo Foggini, classe 1966, torinese, è conosciuto per aver scoperto l’uso artistico del metacrilato per la creazione di opere di design in tutto il mondo. Esperto di luci e di volumi, inizia a lavorare nell’azienda di famiglia, dove scopre un materiale solitamente utilizzato nel settore automobilistico: il metacrilato, per l’appunto. Negli anni Novanta, inizia la sua sperimentazione con il materiale che, se riscaldato, può essere modellabile. La prima mostra che espone le sue particolari opere arriva nel 1997; per anni sarà poi protagonista della Fiera Internazionale del Mobile di Milano e, nel frattempo, crea importanti opere come il lampadario da teatro per la cerimonia di apertura dei Giochi olimpici invernali di Torino.
Il suo talento l’ha portato anche a lavorare per diversi alberghi, showroom, ristoranti e collezionisti privati.