News

L’EX EZIO VENTURINI SI RACCONTA A LECCOFM

Lecco, 25 ottobre. Delusione, un po’ di amarezza, volontà di andare avanti: l’ex assessore Ezio Venturini, ospite della trasmissione “Lecco ne parla” condotta da Mario Servillo, ha tolto qualche sassolino dalla scarpa, dopo essere stato “rottamato” dal sindaco Virginio Brivio. Ai microfoni di LeccoFm, ieri, Venturini ha raccontato che cosa è accaduto nelle ultime settimane. “Sinceramente non so perché sono stato rottamato – ha esordito -. Vedo un sistema padronale della politica. C’è stato questo stillicidio nei miei confronti e anche nei confronti degli altri due assessori. Da un anno mi sentivo chiedere se fossi stato licenziato… senza che il sindaco mi dicesse mai niente”.

Oltre all’amarezza per le modalità del rimpasto, Venturini, leader di Vivere Lecco, ha rimarcato come, a suo parere nei diciotto mesi che mancano alla scadenza del mandato, sarà difficile che i nuovi assessori riescano a concludere qualche cosa di positivo. “Il nuovo assessore – ha infatti commentato in trasmissione – ci impiegherà almeno un paio di mesi per mettersi in pista e, quindi, si troverà la pappa pronta di tutto quanto avevamo predisposto noi”.

Venturini ha poi messo in evidenza quanto compiuto nel mandato, cercando di rendere la città sempre più green, pulita e accogliente, toccando anche il tema del parco canile e del teleriscaldamento.

Riguardo al futuro politico, Venturini non si è sbilanciato, ma ha lanciato qualche frecciata: “Sicuramente qualcosa faremo. Il nostro gruppo è affiatato, è composto da gente che ama la città e che cercherà di fare proposte sostenibili. Non pensiamo alla grande Lecco, che per noi è solo una cosa pubblicitaria di una lista che ora è in maggioranza…”.

E il rapporto con Appello per Lecco? “Ho anche lavorato bene con Appello, ma sono sempre stato un tipo concreto, che non è mai stato per la politica degli slogan e purtroppo Appello per Lecco ha fatto qualche scivolone. Sono stati toccati due assessori del Pd che non meritavano di essere toccati, oltre a me, e Appello ha guadagnato un assessore. Cosa c’è sotto? Non lo so”.

Alla domanda di Mario Servillo su una futura alleanza con il centro sinistra, Ezio Venturini è stato lapidario: “Se dovessi essere un suo amico e lei mi bastona, tornerebbe da me?”. Comunque, l’ex assessore non si tirerà indietro, perché ha concluso con la frase: “Io non mollo mai”.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni per i cookie di terze parti leggi l'informativa completa. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi