Lecco, 17 ottobre. Record non mondiali ma ‘extra-terrestri’. Nell’universo esistono realtà affascinanti, estreme e quasi impensabili: entità ben al di là dell’esperienza quotidiana se non addirittura della nostra più sfrenata immaginazione.

Un tema intrigante che sarà protagonista del prossimo appuntamento del Planetario, venerdì 19 ottobre alle 21, quando la geologa e planetologa Marzia Albani, divulgatrice scientifica specializzata tra l’altro nell’ideazione di laboratori didattici per bambini, terrà la conferenza “Quando l’Universo batte ogni record: montagne altissime, abissi senza fondo, astri monstre”.

Sono solo alcuni dei primati presi in considerazione: si parlerà delle stelle e delle galassie più grandi, del luogo più freddo dell’Universo, delle stagioni più lunghe, dei venti più poderosi, perfino delle onde più piccole. Ma ci sarà spazio anche per i record spaziali realizzati dall’uomo, come la navicella più veloce e la più lontana, e per primati terrestri che di terrestre hanno poco, come gli “immortali” tardigradi. Perché forse è proprio la Terra il luogo più “assurdo” di tutto l’Universo.
L’ingresso costa 6 euro (intero) o 4 euro (ridotto, per i soci, gli under 18, gli over 65, i residenti a Lecco e i tesserati Fai e Touring Club).