Arte e cultura

L’ARCIVESCOVO ALLA VITTORIA PER IL CENTENARIO

LECCO, 27 settembre. Sabato alle 18 il santuario di Nostra Signora della Vittoria accoglierà l’arcivescovo di Milano, Mario Delpini che presiederà la celebrazione eucaristica. Con la presenza dell’arcivescovo sarà ricordato il centenario della posa della prima pietra del tempio, che fu benedetta dal beato cardinale Andrea Carlo Ferrari.

L’edificio sacro sorse in ricordo dei defunti delle guerre; già nel corso del primo conflitto mondiale, infatti, fu accarezzata l’idea di erigere un santuario mariano. Nel 1917 fu acquistato il terreno e l’anno seguente fu posata la prima pietra, anche se i lavori si protrassero per molti anni. Il 5 novembre del 1932 il cardinal Ildefonso Schuster consacrò il tempio, mentre nel 1940 fu terminato il campanile, la cui campana, ogni sera alle 19, diffonde gravi rintocchi che vogliono ricordare i morti nelle guerre.

E nella cripta del santuario sono conservati i resti di numerosi lecchesi caduti sia nel primo che nel secondo conflitto mondiale.

Chiesa molto cara ai cittadini di Lecco, il santuario conserva alcune pregevoli opere d’arte, tra le quali la pala cinquecentesca della Madonna delle grazie e gli affreschi staccati negli anni Trenta dal convento di san Giacomo in Castello.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni per i cookie di terze parti leggi l'informativa completa. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi