Attualità

lavori grassi e manzoni

SCUOLA. GRASSI E VIGANÓ CONCLUSI I LAVORI, IL MANZONI CERCA UNA SISTEMAZIONE

Lecco, 4 settembre. Sono stati completati i lavori al Liceo Grassi di Lecco e all’Istituto Viganò di Merate, programmati dalla Provincia di Lecco, per prevenire il potenziale rischio sfondellamento solai. Tale fenomeno si verifica nei casi in cui intonaco e pignatte si degradano e si staccano dalla struttura portante del solaio. Questi cedimenti non influiscono sulla struttura del complesso, ma rappresentano comunque una grave fonte di pericolo per chi vive in un ambiente del genere.

Gli interventi realizzati in seguito alle indagini hanno messo in sicurezza le zone risultate problematiche e anche una parte delle aree a rischio meno elevato, consentendo di restituire ai due istituti spazi per la didattica, eliminando, nel caso del Grassi, il disagio collegato alla dislocazione in diverse sedi.

Per quanto riguarda il liceo Grassi di Lecco, le aree messe in sicurezza sono 72 nel complesso, alle quali si aggiungono atri, ingressi, corridoi e vani scala. Di queste, 28 sono aule per attività normali e 15 per attività speciali. In alcuni locali inoltre è stato eseguito un adeguamento dell’impianto di illuminazione.
Invece, all’istituto Viganò di Merate, le aree messe in sicurezza sono 42 a cui si aggiungono i locali per le attività di educazione fisica, oltre ad atri, ingressi, corridoi e vani scala. Di queste, 12 aule per attività normali e 3 aule speciali.

“Come promesso – commentano il Presidente Flavio Polano e il Consigliere Marinella Maldini – in vista dell’avvio del nuovo anno scolastico abbiamo completato i lavori nei due istituti scolastici. Con la ditta incaricata e con i dirigenti scolastici abbiamo definito la tempistica degli interventi, cercando di non ostacolare il corretto svolgimento delle lezioni e di limitare i disagi per gli utenti nel precedente anno scolastico. Ringraziamo i dirigenti scolastici degli istituti interessati, il personale, gli studenti e le famiglie per la pazienza e la comprensione dimostrate in questa fase, necessaria per garantire la massima sicurezza e l’incolumità agli utenti delle scuole”.

Rimane, invece, aperta la questione del liceo Manzoni – come ha dichiarato il suo dirigente, Giovanni Rossi, in una nota pubblicata sul sito della scuola – tutt’ora alla ricerca di una sede sostitutiva. I lavori di riqualificazione inizieranno l’estate prossima e prevedono il trasferimento delle classi per i due anni successivi.

Per tale trasferimento, sono al vaglio diverse ipotesi e sono in corso le valutazioni sulle soluzioni che garantiscano la qualità del servizio scolastico, sia dal punto di vista didattico sia da quello organizzativo. In particolare, si stanno ricercando soluzioni che assicurino la vicinanza alla sede succursale di via XI febbraio e la disponibilità degli impianti sportivi, della biblioteca e dei laboratori didattici.

Nella sua nota, il dirigente scolastico rassicura alunni, genitori e docenti sulle condizioni di sicurezza attuali dell’istituto, per il quale i frequenti controlli e i rilievi effettuati in questi ultimi anni non hanno mai fatto emergere elementi di problematicità relativi ai locali utilizzati dal Liceo Manzoni.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni per i cookie di terze parti leggi l'informativa completa. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi