Mandello del Lario, 22 agosto. Festa per Leo Callone. Il prossimo 31 agosto, alle 18 al lido di Mandello, il Caimano del Lario celebrerà i suoi 60 anni da nuotatore. L’atleta, 73 anni, non vuole stare fermo e continua a nuotare anche dopo un migliaio di gare e il record mondiale di centomila chilometri.

“Credo che nessuno al mondo abbia gareggiato per sessant’anni, in qualunque sport, è tempo lunghissimo – spiega -. Ho fatto più di mille gare e mi posso godere il record mondiale di centomila chilometri. Tutto sommato posso dire che è stata una carriera buona”.

L’avventura è iniziata il 3 agosto 1958 in una traversata del Lario, a Mandello. “Avevo dodici anni – ricorda il nuotatore – e non potevo partecipare perché Esordiente B e il regolamento prevedeva che partecipassero dalla categoria Ragazzi in su. Allora intervenne Renato Corbetta, direttore sportivo della Moto Guzzi e sistemò tutto: se sono quello che sono, lo devo a lui”.