Attualità

II CAI NAZIONALE STRAPPA: E’ FUORI DELL’UNIONE

Lecco, 14 agosto. Il Club alpino italiano esce dall’Unione internazionale. La notizia è riportata nel numero di agosto della rivista mensile Montagne 360 che è letta dalle migliaia di associati. In un lungo articolo sul numero odierno del quotidiano Avvenire sono riportati i motivi della dolorosa e dirompente scelta. Il Cai è una realtà importante, che conta circa seimila soci a Lecco.

Si leggono su Avvenire le lapidarie dichiarazioni del presidente generale del Club alpino italiano, Vincenzo Torti: «Non vogliamo essere considerati osservatori passivi, né superficiali e, ancor meno, conniventi, di una gestione poco trasparente delle risorse e della scelta di obiettivi che poco o nulla hanno a che fare con le finalità per cui l’Unione era nata». Perciò il Club alpino italiano, dopo 86 anni, ha deciso di uscire dall’Uiaa (Union Internationale des associationes d’alpinisme) che sembra perseguire finalità lontane da quelle previste, consentendo ad alcune grandi aziende di fare business. I contributi che il Cai versava all’Uiaa – circa 30 mila euro all’anno – saranno utilizzati per promuovere la cultura della montagna e la frequentazione consapevole delle vette.

Si legge ancora nell’articolo apparso sul quotidiano Avvenire: «È scandaloso – ribadisce Torti – che nel bilancio 2018 siano stati previsti appena mille franchi svizzeri (valuta di riferimento dell’Uiaa, che ha sede a Berna ndr) per la “promozione” dell’alpinismo e 209mila per organizzare le Ice climbing competition, le gare di arrampicata su ghiaccio».

Si attendono ora le decisioni dei Club alpini austriaco e tedesco che potrebbero lasciare, come il Cai, il sodalizio.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni per i cookie di terze parti leggi l'informativa completa. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi