Economia

LA CRISI DELLA VISMARA AL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

Casatenovo, 4 agosto. La crisi della Vismara arriva al ministero dello Sviluppo economico. Nella mattinata di ieri è stato aperto un tavolo a Roma per parlare della situazione del gruppo Ferrarini e dello stabilimento alimentare di Casatenovo. Presenti all’incontro le istituzioni regionali e locali, oltre ad alcuni parlamentari e i sindacati di Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil. Il prossimo appuntamento sarà mercoledì 26 settembre.

“Per il momento è aperta la cassa integrazione per la Vismara e ls disponibilità a reperire delle risorse per coprire una parte degli arretrati in busta paga – afferma il parlamentare Pd Gian Mario Fragomeli, presente alla riunione –. È chiaro che sono i primi interventi tampone per i lavoratori e dovremo lavorare per trovare la soluzione e consentire la ripresa dell’attività aziendale”.

Nello stabilimento brianzolo permane lo stato di agitazione tra i dipendenti che non vedono uno stipendio da aprile. A Casatenovo ci sono 223 dipendenti, di cui 22 con contratto a termine che scadrà a fine agosto.

 

 

Comments

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni per i cookie di terze parti leggi l'informativa completa. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi