Lecco, 5 luglio. L’amministratore di Aerosol Service, Giovanni Bartoli, ha presentato in tribunale i documenti per ottenere il concordato preventivo. La sua idea è quella di chiudere la società per far partire la nuova Aerosol Pharmaceutical, teoricamente in procinto di iniziare la produzione ma di fatto ancora ferma.

Nei giorni scorsi, il commercialista ha fatto richiesta per il concordato liquidatorio al tribunale di Lecco, congelando di fatto le istanze di fallimento portate da sette ormai ex dipendenti dello stabilimento chimico-farmaceutico valmadrerese. Così il giudice, Edmondo Tota, nell’udienza di martedì, ha acconsentito al concordato preventivo e Bartoli avrà tempo sessanta giorni per integrarlo. Entro la fine di settembre sarà poi chiamato a decidere sul futuro dell’azienda.