Attualità

convegno Federmanager

CONVEGNO FEDERMANAGER. TROPPI LAUREATI E POCHI TECNICI

Lecco, 4 luglio. Due messaggi diversi ma complementari sono quelli emersi ieri durante il convegno “Il lavoro: una sfida a tutte le età” promosso da Federmanager Lombardia, nell’ambito del progetto Oceano Verde e sostenuto da 4.Manager, tenutosi al campus lecchese del Politecnico di Milano.

Francesco Castelletti, già presidente di Federmanager Lecco e alla guida di Federmanager Lombardia, ha rimarcato come le aziende del Lecchese necessitino di tecnici e facciano fatica a trovarli. La maggior parte dei giovani studiano all’università e coloro che rimangono vengono contesi dalle aziende che però non riescono a coprire totalmente il fabbisogno. Vicky Piria, istruttrice per la Ferrari dopo aver provato la strada per diventare pilota, ha portato la sua personale testimonianza: “Quando ho capito che non potevo fare il pilota sono ripartita da quel che sapevo fare e cioè guidare una macchina. Sono diventata istruttore adattandomi al cambiamento, anche se, come donna, qualche difficoltà c’è stata”.

Dunque, per realizzare il sogno di un lavoro stabile si dimostra necessario cambiare punto di vista. A Lecco, secondo ciò che è uscito dal convegno, basterebbe guardare con più attenzione alle scuole tecniche e valorizzare l’occupazione in fabbrica perché il lavoro sia una sfida vinta, soprattutto per i giovani. Per gli adulti, invece, un serio percorso formativo può essere la chiave di volta.

Federico Mioni, direttore di Federmanager Academy e autore del libro “Il lavoro di qualità. Come prepararsi alla sfida dell’occupazione”, ha incentrato il discorso su un altro fronte problematico, la rivoluzione digitale: “E’ necessario tenerla per le corna, attraverso la formazione e le competenze, ma anche ascoltare il territorio per capire cosa fare per rispondere al meglio”. E’ possibile vincere la corsa contro la macchina, ma bisogna sapere cosa fare: servono persone che sappiano comprendere lo spirito di un team, sacrificarsi e ascoltare.

Proprio dal territorio è giunta un’indicazione forte per voce di Lorenzo Riva, presidente dell’Unione Industriali: “Dobbiamo rimettere al centro il lavoro e le politiche per il lavoro. Bisogna sognare e avere il coraggio di osare”.

 

Comments

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni per i cookie di terze parti leggi l'informativa completa. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi